Intervista al sindaco Casini che dà i voti a giunta, opposizioni e se stesso. Bilancio dei primi sei mesi di governo

Il sindaco Francesco Casini nel suo ufficio

Che voto dareste in pagella al sindaco Francesco Casini dopo i primi sei mesi di governo? Lui si dà un modesto 6, ma poi premia la sua giunta con un bel  7,5. E siccome in giuntai non si muove foglia che il sindaco non voglia…

Leggete questa intervista, nella quale ho toccato temi di attualità e ricordato promesse elettorali, poi esprimetevi voi con un voto.

Ex fornace Brunelleschi a Capannuccia: c’è grande apprensione fra gli abitanti della zona per la presenza di amianto.

Premetto che i capannoni sono di un privato, il Comune non è obbligato a far nulla. Però ce ne stiamo occupando.

C’è una situazione di pericolo?

No, non c’è pericolo secondo la Asl che sta rifacendo le analisi. Se emergesse una situazione di pericolo noi interverremo sulla proprietà.

Ma le analisi le hanno già fatte?

Stanno facendo campionamenti dell’aria che poi andranno ad Arpat. I risultati verranno fuori fra circa un mese.

Con l’amianto non si scherza…

No, certo con l’amianto non si scherza, infatti stiamo monitorando tutto il territorio comunale per una ricognizione dei siti. In via Meucci, per esempio, c’è un’azienda che si sta bonificando dall’amianto.

Però può fare pressione su Asl e Arpat perché facciano veloci.

E’ quello che si sta facendo. In fondo è successo tutto il 2 novembre con il rave abusivo. Certo se fra un paio di settimane non ci portano i risultati farò ulteriore richiesta. Ma non sono due settimane il problema per la salute dei cittadini. Con l’assessore all’urbanistica Frezzi stiamo lavorando, perché l’unica soluzione del caso è modificare la destinazione urbanistica dell’area da residenziale a produttiva e trovare un acquirente interessato che la bonifichi completamente e la riutilizzi.

L’ufficio grandi opere è partito? Il professionista da destinare al progetto Terza corsia è stato ingaggiato?

L’ufficio grandi opere è partito, il professionista arriverà quando inizieranno i lavori. Abbiamo dato il via alla nomina di un dirigente di area tecnica al posto di uno di area amministrativa. Il team delle grandi opere lo stiamo organizzando adesso. Sarà guidato dal dirigente dell’area servizi al territorio, l’ingegner Andrea  Focardi, che sarà coadiuvato dall’ingegner Massimiliano Corsi e dall’ingegnera Ilena Iacopozzi, la quale si occuperà specificamente dell’autostrada, partecipando alle riunioni del comitato di controllo.

Ci sono novità sui lavori?

Su quelli della terza corsia tutto tace, ma abbiamo fatto pressing sulla Asl è entro gennaio dovrebbero iniziare i lavori per il nuovo pronto soccorso dell’ospedale. Si chiuderanno nel giro di tre anni. Stiamo già individuando le aree di cantiere e la viabilità alternativa per i mezzi pesanti per non intasare via dell’Antella e via di Belmonte

Quale viabilità alternativa?

E’ ancora allo studio. Un’ipotesi è la creazione di una terza corsia lungo via dell’Antella, in pratica sul tracciato che sarà poi della pista ciclabile.

E sulla Variante di Grassina?

L’iter va avanti spedito. I problemi del tracciato saranno superati con prescrizioni di velocità. C’era una contrattazione con la ditta che deve fare i lavori per dei costi non previsti in fase di progetto. Comunque orami siamo all’accordo, hanno rinunciato alla richiesta.

Allora problema tecnico e contenzioso economico superati. Cosa manca?

Prosegue l’immissione in possesso di alcuni terreni espropriati nella zona verso Ponte a Niccheri.

Perché i lavori non iniziano?

Si attende la formalizzazione di ciò che è stato stabilito con le ultime lettere. Non mi piace fare annunci ma l’inizio potrebbe essere imminente.

Passerella di Vallina per portare il treno a Bagno a Ripoli.

La Regione ci ha  finanziato il progetto per il collegamento Vallina –stazione di Compiobbi. Il sogno di portare il treno a Bagno a Ripoli prende consistenza.

Quanto costa il progetto?

155mila euro.

E il costo di costruzione della passerella?

700mila euro. Cercheremo finanziamenti europei e ci sono aziende private sia di Fiesole che di Bagno a Ripoli disposte a contribuire, ad oggi, per circa 200mila euro; penso che si possa fare molto di più.

Sarà inaugurata entro il tuo mandato?

Sì, l’obiettivo è di farlo in questi tempi.

Hai annunciato nuove telecamere davanti a due scuole: da quando?

Penso che entro fine gennaio, forse anche prima, avremo quattro nuove installazioni. Davanti alle scuole  Michelet e Marconi e le altre due in una zona residenziale di Candeli e nella zona artigianale di Scolivigne. Più una mobile che verrà sistemata all’Antella, in piazza.

Perché ci sta di casa il sindaco…

Nooo, (ride) ma cosa dici. E’ perché c’è stato il colpo alla banca ed è un punto di passaggio verso l’autostrada che rimane scoperto alla telecamera dei giardini. Abbiamo disponibilità di imprenditori della zona per incrementarne il numero. Avevo detto che ne portavo 12 nuove, queste sono le prime 5. Un’altra dovrebbe essere finanziata dalla discoteca dell’Antella. Le prime 5 entro gennaio tutte operative.

Hai fatto tutte le settimane una visita a un’azienda o a una scuola?

Alle aziende sì, alle scuole ancora no. Però con la vicesindaca Ilaria Belli abbiamo fatto il giro delle Rsa per anziani.

E la promessa di fare un piano per la scuola concordato con insegnanti, genitori, studenti?

Abbiamo presentato un progetto sulla partecipazione aderendo ad un bando della Regione. Faremo un vero percorso di partecipazione sulla scuola che vogliamo, organizzato in modo professionale da una società specializzata, che coinvolgerà tutta la comunità di Bagno a Ripoli. Ci sono buone prospettive che il progetto venga approvato. A febbraio sapremo l’esito, comunque la consultazione sarà fatta.

Raccolta differenziata: non sarebbe utile che all’ecostazione di Campigliano rilasciassero uno scontrino con ciò che l’utente porta e i punti che ha accumulato per avere lo sconto in bolletta? Invece nessuno sa dirti il punteggio dell’anno in corso e per l’anno precedente ti mandano a casa un file excell difficilmente comprensibile.

Abbiamo chiesto a Quadrifoglio di mettersi in condizione di fornire questo dato e di dotarci di un programmino per fornire subito all’utente questi dati. Una sorta di mini ricevuta.

Confermi che abbasserete la soglia di punteggio per ottenere gli sconti?

Si abbasseremo i punteggi richiesti. Abbiamo l’obiettivo di aumentarela raccolta differenziata. Puntiamo a sostituire gli attuali contenitori con altri più moderni che abbiano la capacità di pesare i rifiuti conferiti con sistemi a chiavetta, penso anche a stazioni interrate.

Progetto Museo dei Musei all’oratorio di Santa Caterina per esporre capolavori che non trovano spazio agli Uffizi.

Abbiamo avuto un incontro con la direzione degli Uffizi. Il primo progetto però è con i Musei Vaticani: una  mostra su egittologia e papirologia. Esposti alcuni pezzi molto importanti. Si aprirà a febbraio e coinvolgeremo anche le scuole. Contiamo per il 2016 di attivare la collaborazione con Uffizi e Accademia.

Farete il secondo guado a Grassina all’altezza dell’Acli?

Possibilità già verificata, come per il ponte alla Rampa i cui lavori partiranno in estate.

Avete avviato la gestione associata con Impruneta. Però l’unione dei comuni, rispetto alla gestione associata, permetterebbe lo svincolo temporaneo dal patto di stabilità e la liberazione di risorse da utilizzare sul territorio. Questa domanda è stata suggerita da Daniele Locardi di “Insieme per Bagno a Ripoli”. Avevo chiesto, con un messaggio via Fb, di fornirmi una domanda anche ai tre consiglieri di opposizione in Consiglio comunale. Cantini (M5S) mi ha risposto che ne avrebbe parlato con i suoi compagni di partito, senza poi dare seguito. Bensi (Cittadinanza attiva) se n’è scordata e si è scusata. Mari (Forza Italia) non ha risposto.

Siamo al primo passaggio. Non escludo in futuro di andare verso l’unione dei comuni. Però l’unione di comuni deve puntare a qualcosa di più, non solo ad avere un vantaggio economico. Con Impruneta abbiamo avviato il bando per un dirigente che segua il settore sociale ed educativo dei due comuni. Obiettivo: gestire entro il 2015 in modo unitario i servizi in questi due settori.

Hai un sogno nel cassetto?

Portare la Fiorentina a Bagno a Ripoli. Credo che ci sia una zona del comune che si presterebbe perfettamente per il centro sportivo viola.

Che pagella dai alle opposizioni?

Tutti 6 sulla fiducia, siamo ai primi mesi e io vorrei collaborare. Però spero in un passo avanti. Sconto la mancanza di un’opposizione che, al di là della critica, sia costruttiva e propositiva. Ad oggi non è arrivata una proposta vera, sensata. Sono arrivate solo proposte fumose e demagogiche che non hanno possibilità di applicazione. L’opposizione è indispensabile, ma non può essere solo un attacco continuo al sindaco. Gli do 6 per incoraggiarli.

E al gruppo del Pd?

Do un 7. Molto giovane ha prospettiva di crescita, è presente, ha sempre collaborato con sindaco e giunta portando idee. L’iniziativa dei consiglieri delegati, che è una novità, si sta rivelando utile: Andrea Bencini sulle tradizioni popolari, Piero Gastaldo sull’associazionismo e Leonardo Bongi sulle politiche giovanili stanno lavorando bene.

Datti il voto come sindaco.

Mi do un 6 sulla fiducia. Di più non mi posso dare. Saranno i cittadini a valutarmi. Aspetto il loro giudizio. Mi do 6 perché ce la metto tutta. Non di più, perché mia nonna diceva: chi si loda si imbroda. Ma neanche l’insufficienza. Perché so di dare il massimo senza risparmiarmi. Do invece un bel 7,5 alla mia giunta. Squadra nuova, giovane e con grande entusiasmo.

3 commenti

  1. Mi ritengo non soddisfatto della risposta del Sindaco.
    Pur trovando, e questo lo considero un bene, in Casini un Sindaco decisionista (indipendentemente dal condividere o meno le sue decisioni), in questo caso non mi è parso coerente.
    Nell’intervista dice che non bisogna pensare solo ai soldi che l’unione porterebbe (difficile comunque da credere in questi tempi), nel Consiglio Comunale di stasera (dove al 4 punto si trattava di protezione civile e del coordinamento con i Comuni limitrofi, ottimo il lavoro) correttamente parlava, in un brevissimo passaggio, anche del reperimento di risorse per il tema in questione.
    Delle due l’una, no?

Rispondi