Mondeggi tra orti e miglior offerente. Casini chiede un incontro a Nardella, ma rimbalza

Villa MondeggiUn orto per tutti. Il presidente della Regione Enrico Rossi, ieri alla Casa del popolo di Grassina per dare una spinta alla campagna elettorale di Luciano Bartolini e Maria Grazia Esposito, oltre che alla propria, ha lanciato una proposta un po’ naif. Nel suo prossimo mandato come governatore della Toscana (la rielezione non è in bilico, al peggio può essere costretto al ballottaggio) intende concretizzare questa idea: offrire a chi è interessato la possibilità di avere un proprio orticello di 200 metri quadri al massimo. Rossi conta di individuarne 100mila. Così ha invitato chi ha appezzamenti di terreno da affittare alla Regione di farsi avanti. “Qui c’è Mondeggi”, ha suggerito l’ex sindaco Bartolini. E Rossi: “Perché no? Si potrebbe fare”. Una battuta più che un impegno. Anche perché il sindaco di Firenze Dario Nardella, nonché presidente della Città metropolitana, che ha ereditato la proprietà di Mondeggi dalla Provincia, ha progetti ben diversi. Il suo obiettivo è vendere e non svendere, terreni e villa al miglior acquirente. Insomma una trattativa più legata all’entità dell’incasso che alla qualità del progetto. Messo un po’ in allarme da queste intenzioni, il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini ha cercato un contatto con Nardella. Ma da un mese tutti i tentativi fatti dalla sua segreteria per ottenere un appuntamento sono stati vani. Mondeggi è mio è lo gestisco io, sembra essere lo spirito guida del sindaco metropolitano.

Rispondi