Rifiuti: ecco come cambia il ritiro della carta

Come anticipato da QuiAntella, il Comune di Bagno a Ripoli informa che Quadrifoglio, in qualità di azienda affidataria del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti nel territorio comunale, ha affidato, a seguito di procedura di gara, il servizio della raccolta della carta ad una nuova azienda, che ha apportato alcune variazioni per migliorare il servizio, entrate a regime da lunedì 2 maggio.
In particolare, mentre resta invariata la cadenza settimanale del ritiro, cambiano, in alcune zone, i giorni di passaggio per il ritiro della carta, che, si ricorda, nelle aree collinari e nelle zone industriali è effettuata con il metodo del “porta a porta”.
Ecco le zone interessate dalle variazioni del servizio:
Aziende/ aree industriali. Il servizio di ritiro carta sarà effettuato il venerdì (invece che il lunedì, come fino ad adesso):
·        zona VALLINA – Via del Roseto, Via di Rosano, Via di Compiobbi, Via del Fornaccio, Via dello Stelli, Via della Docciolina
·        zona SCOLIVIGNE – Via di Scolivigne, Via di Tizzano
Utenza domestica (abitazioni). Il servizio di ritiro carta sarà effettuato il mercoledì (invece che il venerdì, come fino ad adesso):
·        zona BAGNO A RIPOLI – Via della Nave a Rovezzano, Via del Padule, Via della Martellina, Contrade di via Roma
·        zona BARONCELLI
·        zona CANDELI
·        zona RIMAGGIO
·        zona VICCHIO E PATERNO
·        zona TERZANO
Quadrifoglio sta in questi giorni provvedendo all’informazione attraverso l’affissione di appositi volantini sui luoghi interessati dalle variazioni. “Si cambia per migliorare ulteriormente il servizio – hanno dichiarato il sindaco Francesco Casini e l’assessore all’Ambiente Enrico Minelli -, per renderlo più efficace e più razionale. Una riorganizzazione alla quale abbiamo lavorato anche a seguito di alcune criticità emerse e segnalate dai cittadini, presentando così una nuova veste del servizio in grado di soddisfare gli standard che questa Amministrazione richiede per garantire una qualità della vita sempre più alta alla comunità e migliori performance ambientali per il territorio”.

Rispondi