Le ragioni del Sì al referendum protagoniste alla Festa dell’Unità di Mondeggi

Dibattito interessante, alimentato anche dalle domande del pubblico, sulle ragioni del Sì al referendum costituzionale: è stato questo il “piatto forte” ieri sera all’apertura della Festa dell’Unità a Mondeggi. Nonostante la contemporaneità con la semifinale degli Europei, una cinquantina di persone ha seguito le considerazioni del professor Carlo Fusaro, uno dei massimi esperti del tema, sui punti più controversi della nuova legge. I riflessi politici sono stati affrontati dal segretario regionale del Pd Dario Parrini, da quello metropolitano Fabio Incatasciato e dal sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini. Il saluto del Pd locale è stato affidato al segretario comunale Gian Bruno Ravenni, mentre al sottoscritto è toccato il compito di moderare il confronto.

2 commenti

  1. Maria Flora Turini

    Perché non ha scritto una sintesi delle ragioni del sì? Da un giornale non mi interessa sapere che il dibattito è stato interessante, ma che cosa si sono detti. Cosa meglio della pagina scritta per riflettere su problemi seri e complicati? Le parole volano e solo 50 persone le hanno ascoltate. Grazie per l’ascolto, Spero in una prossima informazione più dettagliata sull’argomento.

    • Francesco Matteini

      Prima di tutto mi scuso per il ritardo nella risposta, dovuto ad un problema tecnico che non mi aveva permesso di visualizzare il suo commento. Il sito QuiAntella non è la sede adatta per una disamina della nuova legge con pro e contro. Si tratta di materia molto complessa che non si può esaurire in un articolo a meno di non essere molto superficiali e quindi incompleti. Ho riportato la notizia di cronaca dell’avvenuto dibattito e dei partecipanti che ho avuto il piacere di moderare. Il mio compito è fare il giornalista, porre domande ed esigere risposte. Le spiegazioni tecniche spettano ai giuristi che, come lei sa, sono molto divisi. Avrei potuto fare un commento politico sulla vicenda, ma in questo caso ho preferito non essere di parte.

Rispondi