Rischia il linciaggio dopo aver rubato cellulari e portafogli nello spogliatoio della Belmonte. Salvato dai carabinieri e arrestato

campoRuba cinque cellulari e due portafogli negli spogliatoi della Belmonte, al campo sportivo di Ponte a Niccheri, e rischia il linciaggio. Il movimentato episodio, che poteva trasformarsi in dramma, alle 20.30 di ieri sera (giovedì 8 settembre). Protagonista un marocchino di 32 anni El H. M., residente a Firenze, che è stato arrestato.

L’uomo aveva giocato una partitella con gli amici sul campo di calcetto. Mentre spettava i compagni che stavano finendo la doccia si è intrufolato negli spogliatoi della Belmonte i cui giocatori erano sul campo grande impegnati in una partita. Ha arraffato cinque cellulari e due portafogli, poi si è infilato il casco e si è diretto di passo svelto verso l’uscita dell’impianto. Ha fatto in tempo ad arrivare al motorino, ma non a fuggire perché qualcuno si è accorto del suo blitz e ha dato l’allarme.

Il marocchino è stato attorniato da cinque o sei giocatori che gli hanno tolto il casco e gli hanno sbattuto il motorino per terra, è volato anche qualche ceffone. In un attimo introno al ladro si è radunata una piccola folla con intenzioni tutt’altro che amichevoli ma a scongiurare un possibile linciaggio sono arrivati sul posto due equipaggi del radiomobile dei Carabinieri e una pattuglia della stazione di Grassina, che è lì a due passi, inviata immediatamente dal comandate Bonafede. I militari hanno calmato gli animi e arrestato l’uomo: stamani sarà processato per direttissima.

Rispondi