Via l’amianto dalle tettoie del Centro operativo vicino alla scuola Redi

Le tettoie in eternit che preoccupano il preside

Le tettoie del Centro operativo di Ponte a Niccheri viste dalla scuola Redi

Iniziato il 17 ottobre, è attualmente in corso l’intervento di risanamento delle coperture in eternit (cemento-amianto) delle tre tettoie di ricovero mezzi nei locali del Centro operativo comunale di Ponte a Niccheri.
Le vecchie tettoie vengono smontate e sostituite da nuove coperture in lamiera grecata zincata, materiale più sicuro dal punto di vista igienico-sanitario, la cui durata è garantita nel tempo senza deterioramenti.
I lavori sono in fase di ultimazione, per un importo complessivo di oltre 30.000 euro. La preoccupazione per la vicinanza delle tettoie contenenti amianto era stata avanzata recentemente (leggi articolo) anche dal preside della scuola Redi Marco Panti.
“Sicurezza e prevenzione sempre presenti nei piani e nelle azioni di questa amministrazione – ha dichiarato il sindaco Francesco Casini -. Negli anni scorsi, si era già provveduto alla sostituzione delle coperture in cemento-amianto presenti altrove: con quest’ultimo intervento, aggiungiamo un ulteriore tassello alla riqualificazione generale dell’area comunale di Ponte a Niccheri e completiamo il programma di progressiva eliminazione dell’eternit dalle strutture di nostra proprietà, scrivendo nei fatti la parola fine ad ogni presenza del pericoloso materiale sugli immobili del patrimonio comunale. Specifichiamo: non c’erano rischi per la salute, ma abbiamo accelerato l’esecuzione di questi lavori per la vicinanza del polo scolastico, per i lavoratori del centro operativo, per l’avvenuto trasferimento in quella sede del comando di polizia municipale”.

Rispondi