“La Venexiana-Uno studio”, “Loro di Napoli”, “Radio Olimpia Libera”: il programma del week end al Teatro dell’Antella

veEcco il programma del Teatro dell’Antella per il fine settimana: 

Venerdì 2 dicembre alle 21: “La Venexiana – Uno studio”, con Simona Arrighi, Sandra Garuglieri e Mattia Rigatti. Regia di Riccardo Massai. “La Venexiana”, divertente e licenziosa commedia composta fra il 1509 e il 1518, mescola un’implacabile lussuria a verecondia. Il pretesto della trama, un fatto di cronaca dell’epoca di doppio tradimento, è significativa immagine della nostra contemporaneità dove toyboy o cure estetiche sono specchio del nostro costume di vita, dove sesso e look ci riportano al ‘500, non a caso detto anche “secolo carnale”. Le situazioni comiche e la piacevolezza dei dialoghi lo confermano ancora oggi quel capolavoro che è sempre stato. Di ignoto veneto del ‘500, nella trascrizione di Ludovico Zorzi. Produzione Archètipo/Atto Due.

naSabato 3 dicembre alle 21: “Loro di Napoli. Recitare con la musica: un progetto di Giovanni Vitali”. Una città: Napoli; la sua lingua, la sua musica. Le canzoni napoletane rappresentano una letteratura di importanza storica, sia che scaturiscano dalle penne di compositori importanti, sia che siano frutto dall’ispirazione di musicisti meno famosi. Il comune denominatore è la loro straordinaria invenzione melodica, lo strettissimo rapporto tra musica e testo e i forti legami con la tradizione popolare. Repertorio: ‘Te voglio bene assaje’, ‘Era de maggio’, ‘‘O marenariello’, ‘Lassammo fa’ a Dio’, ‘Voce ‘e notte’, ‘Reginella’, ‘Dicitencello vuje’, ‘‘A livella’, ‘Anema ‘e core’, ‘Malafemmena’, ‘De Pretore Vincenzo’, ‘Tu si ‘na cosa grande’, ‘Torna a Surriento’. Mezzosoprano Antonella Carpenito. Pianoforte Fabio Maggio. Voce recitante Luigi Fiorentino. In collaborazione con l’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino. Produzione Archètipo, in collaborazione con Opera di Firenze – Maggio Musicale Fiorentino. Durata 60’.

olDomenica 4 dicembre alle 17: “Radio Olimpia Libera” (Progetto Piccoli). L’Olimpo tramutato in una stazione radiofonica dove tre simpatiche divinità si divertono a fare i dj investiti dai racconti bisbigliati dai loro radioascoltatori. Racconti che parlano di mondi immaginari senza confini né pregiudizi, facendo della diversità un prezioso tesoro da custodire. Racconti che parlano di sogni. I protagonisti, talvolta dèi talvolta dj, rivivono questi bisbigli solleticando la propria immaginazione e trasformandoli in realtà. Con Lorenzo Girolami, Valentina Testoni, Elisa Zuri. Testi di Natalia Bavar. Adattamento, drammaturgia e regia Matìas Endrek. Aiutoregia Sara Santarnecchi. Produzione Progetto F. Faliero Pucci OFF, Ass. Cult. Maldestro, Aria Network Culturale. Durata 60′. Dai 4 anni.

Informazioni e prenotazioni: 055.621894 (lun. e ven. 10-12, giov. 16-18), http://www.archetipoac.it;

Rispondi