Il calendario “Religion for peace” nelle scuole di Bagno a Ripoli: l’integrazione passa dai ragazzi

x Il dialogo fra religioni passa anche da Bagno a Ripoli. Martedì scorso (13 dicembre) è stato presentato il calendario interreligioso dell’associazione “Religions for peace” che, giorno per giorno, riporta le festività delle 15 religioni presenti in Italia. Grazie alla collaborazione con il Comune di Bagno a Ripoli e la Commissione consiliare pace e diritti, per il terzo anno, il calendario sarà distribuito nelle scuole e costituirà un elemento di curiosità, riflessione e dibattito fra i ragazzi sui diversi culti. Ogni anno il calendario si ispira ad un tema di rilevanza planetaria. Questa edizione ha come titolo “Custodiamo la terra insieme – La cooperazione interreligiosa a protezione della vita nel pianeta”.

Il calendario

Il calendario

Alla presentazione sono intervenuti Luigi de Salvia, segretario generale Religion for peace Italia, che ha ringraziato il Comune di Bagno a Ripoli “per la grande sensibilità”; Silvio Daneo, direttore esecutivo della sezione italiana di Religion for Peace; Rev Shinnyo Anna Maria Marradi, maestra del centro Zen Shinnyoji di Firenze; Marco Bresci, di fede Baha’i; Mauro Sbordoni, del direttivo della rivista Testimonianze; don Giulio Cirri, parroco di Ponte a Ema. L’imam Ataul Wasih Tariq, della comunita musulmana Ahmadiyya, influenzato, ha inviato un messaggio di saluto. Non si è invece presentato, nonostante fosse atteso, il rabbino capo della comunità ebraica di Firenze Rav Joseph Levi. Per il Comune sono intervenute la vicesindaca Ilaria Belli e l’assessora alla cultura Annalisa Massari. 

Eccesso di ottimismo sull’attrattiva dell’iniziativa: prenotato il cinema del Crc Antella (250 posti), per una ventina scarsa di persone.

Rispondi