“Investimenti per 7 milioni di euro e nessun aumento di tasse”: il sindaco presenta il bilancio in Consiglio comunale

Il sindaco Francesco Casini

Bagno a Ripoli sarà uno dei primi Comuni italiani a disporre già a dicembre del bilancio di previsione per il 2017. Dibattito e votazione sul più importante strumento di governo per avviare da subito progetti e investimenti per il nuovo anno sono previsti nella seduta del Consiglio comunale convocata per oggi pomeriggio (martedì 27 dicembre). Nessuno si meravigli, quella che dovrebbe essere la norma, approvare nel 2016 i progetti per l’anno successivo, non lo è mai stata per gli enti pubblici. In anni alcuni Comuni approvavano addirittura dopo l’estate il bilancio di previsione dell’anno in corso: un vero controsenso. Progressivamente sono sati messi dei limiti, ma ancora oggi le norme consento l’approvazione del bilancio entro il 28 febbraio del 2017 (e già si parla di possibile slittamento a marzo o aprile). L’approvazione di questo pomeriggio (se non vi sanno colpi di scena) è quindi motivo di orgoglio per l’Amministrazione comunale. “Più investimenti e nessun aumento di tasse”, è lo slogan del sindaco Francesco Casini che indica gli aspetti caratterizzanti del bilancio:
– Confermato il blocco delle aliquote dei tributi comunali;
– Stabilità delle risorse e di copertura a fronte di costi crescenti;
– Contributo Società Autostrade per il 2017 di € 635.000 per realizzazione interventi sulla viabilità;
– Contributo Bando periferie – Città Metropolitana € 484.000 per verde e sicurezza;
– Incremento agevolazioni su Tari per aspetti sociali, ambiente, attività economiche;
– Programma di investimenti sul territorio, con priorità ad edilizia scolastica, quasi senza precedenti:
– Investimenti in servizi primari: cresce il rapporto spesa sociale sul totale della spesa.

I numeri della manovra di bilancio per il 2017 in pillole

Proventi da oneri di urbanizzazione: € 950.000

Investimenti 7.160.000 euro

€ 4.245.000 per edilizia scolastica (risorse proprie proventi da alienazioni-aperture spazi finanziari Governo);
€ 2.455.000 viabilità (risorse proprie, risorse autostrada, aperture spazi Governo, Bando periferie);
€  460.000 verde pubblico (Bando periferie)

Spese servizi primari

Si mantiene intatto il livello di spesa del 2016, in particolare per assistenza sociale, scuola, educazione, ambiente, servizi pubblici e alla persona. L’investimento per il sociale in realtà salirà e rappresenterà circa il 15% del totale.

Lotta all’evasione fiscale:

Il progetto equità fiscale ipotizza entrate in linea con gli esercizi precedenti per una cifra pari a 600.000 euro.

Stock di indebitamento al 01.01.2017:

€ 2.218.595,75: le rate di rimborso sono di circa 200.000 anno.

Fiscalità

Tasi eliminata: viene applicata soltanto alle abitazioni principali di lusso (A/1, A/8 e A/9)

Aliquote Imu:
– 0,76% abitazioni concesse in locazione a canone concordato;

– 0,9% immobili non produttivi di reddito fondiario (immobili relativi ad imprese commerciali e immobili che costituiscono beni strumentali per l’esercizio di arti e professioni);
– 0,8% abitazioni concesse in comodato ad ascendenti o discendenti di 1° grado;
– 1% aliquota base (altri immobili);
– 1,06% abitazioni a disposizione.

Agevolazioni Tari:

Le agevolazioni Tari a carico del bilancio comunale (e che quindi non vengono “caricate” sulla tariffa) passano da € 120.000 ad € 220.000 per l’estensione del servizio porta a porta a Grassina (€ 70.000) e per l’istituzione del baratto amministrativo (€ 30.000).

Questo l’ordine del giorno completo della seduta del Consiglio comunale di oggi (inizio ore 17.30)

1. Lettura ed approvazione verbale seduta consiliare del 30.11.2016.
2. Comunicazioni del presidente e del sindaco.
3. Servizi di gestione rifiuti solidi urbani svolti da Quadrifoglio s.p.a. – Approvazione piano economico e finanziario degli interventi e tariffa di riferimento 2017.
4. Tari – Rideterminazione tariffe 2017 a seguito di approvazione piano finanziario definitivo degli interventi e revisione tariffa di riferimento 2017.
5. Approvazione delle aliquote per tributo per i servizi indivisibili (Tasi) per il 2017.
6. Approvazione delle aliquote e fissazione della detrazione per imposta municipale propria (Imu) per il 2017.
7. Approvazione programma triennale lavori pubblici 2017-2019 ed elenco annuale 2017.
8. Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari 2017-2019.
9. Documento unico di programmazione (Dup) 2017-2019 – Approvazione.
10. Approvazione del Bilancio di previsione per il triennio 2017-2019.
11. Centrale unica di committenza tra i Comuni di Fiesole, Bagno a Ripoli e Impruneta – Adesione Comune Rignano sull’Arno e modifica ambito di competenza.
12. Adeguamento del regolamento comunale dell’attività contrattuale al decreto legislativo n. 50/2016 – Atto di indirizzo.
13.  Nucleo di valutazione quale autorità competente in materia di Vas fra comuni di Bagno a Ripoli, Fiesole, Impruneta. Approvazione modifica con ingresso Rignano sull’Arno.
14. Fusione per incorporazione di Publiambiente s.p.a., Asm s.p.a. e Cis s.r.l. in Quadrifoglio s.p.a. con contestuale cambio di denominazione in “Alia servizi ambientali s.p.a.”
15. Presa d’atto dimissioni consigliere comunale Laura Franchini da componente della 1a commissione consiliare – Surroga.

Rispondi