I Re Magi sul sagrato della parrocchia di Grassina tra lo stupore dei bambini

Il pomeriggio gelido ma di sole splendente, ha fatto da cornice (venerdì 6 gennaio) al ripristino di una tradizione che era stata abbandonata da alcuni anni, l’arrivo dei Magi sul sagrato della parrocchia San Michele Arcangelo di Grassina, voluto dal nuovo parroco don James.

Un canto del coro parrocchiale ha dato il via all’evento con l’ingresso della Sacra Famiglia sul sagrato della chiesa. In successione, quattro narratori tra i giovani parrocchiani in costume da popolo, hanno raccontato il significato del termine Epifania e poi, tra lo stupore dei bambini presenti, hanno fatto il loro ingresso i Re Magi con i loro doni dopo un animato colloquio con il Re Erode.
Un piccolo gruppo di bambini in costume ha poi rappresentato il popolo pastore in adorazione a Gesù, tra questi una bambina al termine della rappresentazione ha intonato una canzone che ha suscitato emozione e fatto scattare uno scrosciante applauso.

Infine tutti in processione verso l’Acli dove una storia sulla Befana attendeva grandi e piccini.
Grazie alla collaborazione di Cat, che ha allestito scenografia e costumi, alla parrocchia che ha contribuito con canti e attrezzature e all’Acli i cui mezzi sono stati fondamentali per l’amplificazione dei dialoghi e la realizzazione dello spettacolo sulla Befana nei suoi locali, è stato nuovamente possibile realizzare una manifestazione che ha avuto il consenso di tutti i presenti.

Rispondi