Nasce l’Associazione Santa Maria Annunziata – Diritto alla salute e territorio Onlus

Il presidente Deidda firma l’atto costitutivo

E’ nata – l’atto costitutivo è stato firmato giovedì febbraio – l’ Associazione Santa Maria Annunziata – Diritto alla salute e territorio Onlus. Il Diritto alla salute, che i fondatori hanno voluto richiamare nel nome della associazione è sancito dalla Costituzione e le strutture sanitarie sono istituzionalmente preposte alla sua salvaguardia. Presidente il magistrato Beniamino Deidda.

L’Associazione, che non ha scopi di lucro, persegue l’esclusivo scopo di attuare finalità di tipo solidaristico e si propone di svolgere opera di supporto all’attività istituzionale in funzione dello sviluppo dell’“Ospedale Santa Maria Annunziata”, dando particolare rilievo alle attività degli associati “volontari”. Le difficoltà dovute alla complessità dei bisogni e della erogazione dei servizi, aggravate dalla crisi che genera ulteriori necessità e contemporaneamente maggiori difficoltà per i soggetti più deboli, ha motivato i fondatori a creare l’associazione grazie ad una iniziativa congiunta di medici, infermieri, tecnici e altri operatori sanitari, istituzioni e cittadini per sostenere tutte le attività dell’ospedale. 

“L’associazione, nascendo dalla realtà specifica dell’ospedale, ha un forte legame con il suo territorio – spiegano i fondatori – ma grazie alle sue eccellenze clinico-assistenziali nello stesso tempo ne va aldilà. Infatti l’ospedale di Santa Maria Annunziata ha molti punti di forza: dagli elevati standard assistenziali della medicina generale, alla chirurgia plastica e ricostruttiva (punto di riferimento regionale per il melanoma) al polo oncologico, alla chirurgia della mammella, alla chirurgia delle vie biliari all’Ercp, alla nascente medicina vascolare polispecialistica, al trattamento della malattia renale cronica e di dialisi domiciliare, allo studio della polisonnografia”.

Fondamentale per la nascita della nuova Onlus il contributo e l’appoggio dell’Amministrazione comunale di Bagno a Ripoli, del dipartimento di medicina e specialistiche mediche del dottor Landini, del direttore sanitario dottor Emanuele Gori e di tutta la direzione aziendale.

Rispondi