Dopo la denuncia di QuiAntella il Comune ripubblica in modo comprensibile l’elenco degli espropri per il doppio ponte di Vallina

Dopo la tirata di orecchie di QuiAntella qualche giorno fa (clicca qui per leggere l’articolo) il Comune di Bagno a Ripoli ha ripubblicato sul proprio sito l’elenco dei terreni espropriati da Anas per la realizzazione del doppio ponte di Vallina, con tanto di cartografia del progetto e relazione tecnica. Ora basta un clic sull’apposito banner nella homepage per visualizzare questo materiale. Prima della denuncia di QuiAntella il procedimento era macchinoso e incomprensibile rendendo praticamente inutile il servizio ai cittadini. Bene così.

Ecco il nuovo comunicato del Comune e le dichiarazioni del sindaco:

Doppio ponte di Vallina: pubblicato fino al 9 marzo l’elenco dei terreni soggetti a vincolo di esproprio e avvio procedimento Via (Valutazione Impatto Ambientale)

Il Comune di Bagno a Ripoli ricorda che è pubblicato all’albo pretorio l’elenco dei terreni soggetti a vincolo preordinato all’esproprio e avvio procedimento Via (Valutazione Impatto Ambientale).
L’Anas ha avviato il procedimento per l’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio sui terreni oggetto del progetto S.S. 67 “Tosco-Romagnola” – Variante all’abitato di Vallina con due nuovi ponti sull’Arno”.
Fino al 9 marzo 2017 l’elenco degli espropri è in pubblicazione all’albo pretorio del Comune ed è consultabile alla pagina http://www.comune.bagno-a-ripoli.fi.it/rete-civica/doppio-ponte-di-vallina, dove si trova il link per accedere al documento con l’elenco completo.
Gli eventuali portatori di interessi pubblici o privati, individuali o collettivi, potranno far pervenire al Responsabile del Procedimento presso Anas – Direzione Progettazione e Realizzazione Lavori – via Monzambano, 10 – 00185 Roma le proprie osservazioni (idonee memorie scritte e documenti) a mezzo raccomandata A.R. o PEC all’indirizzo anas@postacert.stradeanas.it, indicando nell’oggetto “S.S. 67 “Tosco – Romagnola” Variante all’abitato di Vallina con due nuovi ponti sull’Arno e riclassificazione della S.P. 34 – OSSERVAZIONI PROCEDIMENTO VINCOLO PREORDINATO ALL’ESPROPRIO”.
Inoltre, questo progetto è sottoposto alla Valutazione di Impatto Ambientale a cura di Regione Toscana. La documentazione è pubblicata sul sito web della Regione Toscana all’indirizzo http://www.regione.toscana.it/via.
Chiunque abbia interesse può presentare osservazioni e memorie scritte direttamente a Regione Toscana, Settore Via – Vas – Opere pubbliche di interesse strategico regionale:
– per via telematica con il sistema gratuito web Apaci http://www.regione.toscana.it/apaci
– tramite posta elettronica certificata PEC: regionetoscana@postacert.toscana.it
– per posta all’indirizzo piazza dell’Unità Italiana 1, 50123 Firenze
– per fax allo 055 4384390
“Vogliamo che tutti i cittadini interessati dalle procedure di esproprio sappiano che hanno ancora del tempo a disposizione per presentare le osservazioni presso le opportune sedi – ha dichiarato il sindaco Francesco Casini –. Come Comune non abbiamo obblighi di legge per queste comunicazioni, ma siamo fortemente convinti che tutta la popolazione debba essere coinvolta e informata con materiali chiari e accessibili nel percorso di realizzazione delle grandi opere del nostro territorio. Nel contempo, ci mettiamo a disposizione dei cittadini coinvolti, che vogliamo incontrare nei prossimi giorni. Nel caso specifico, stiamo parlando di un’opera fondamentale per restituire vivibilità e qualità all’abitato di Vallina e per riorganizzare e migliorare la viabilità di tutta l’area del Sud Est fiorentino, Valdarno e Valdisieve. Con le procedure di esproprio si segna dunque un’altra tappa importante: il nostro auspicio è che si possa aprire il prima possibile la fase esecutiva dei lavori”.

Rispondi