Task force anti-degrado di vigili in borghese. Appello del sindaco: “Segnalateci i comportamenti maleducati”

Una “task force” per combattere il degrado e limitare il più possibile tutti quei comportamenti scorretti che danneggiano il decoro urbano a svantaggio dell’intera comunità. È l’“Operazione – vivibilità” voluta dall’Amministrazione comunale e dalla Polizia municipale di Bagno a Ripoli. A partire dalle prossime settimane un pool di agenti in borghese avvierà un programma speciale basato su una serie di interventi mirati e di controllo su tutto il territorio comunale per contrastare episodi di degrado di vario genere.

Sorvegliati speciali saranno soprattutto i parchi, le piazze e le aree periferiche e i luoghi di aggregazione delle categorie più sensibili, come anziani e bambini. Nel mirino, comportamenti irrispettosi del pubblico interesse e della tutela del patrimonio, come ad esempio imbrattare con scritte e graffiti le pareti di un palazzo, abbandonare rifiuti in aree non consentite, lasciare a terra senza raccoglierle le deiezioni del proprio cane. Eventuali scorrettezze registrate dagli agenti saranno soggette a sanzione amministrativa, a partire dai 50 euro in su. Particolare attenzione sarà dedicata al controllo di quelle attività moleste e antisociali, messe in atto da soggetti che operano ai margini della legalità.

“Il rispetto della legalità inizia dal rispetto delle regole basilari della convivenza civile – dice il sindaco Francesco Casini –. Per dare seguito a questo principio, abbiamo chiesto uno sforzo al nostro corpo di Polizia municipale, che metterà in campo ulteriori energie per creare un pool antidegrado. Certo, oggettivamente, sul fronte del decoro, per il nostro Comune non possiamo parlare di una vera e propria emergenza. Ma da oggi in poi, tutti quei comportamenti ‘maleducati’ che agiscono sul filo della legalità non saranno più tollerati. Fondamentale sarà la collaborazione dei cittadini: chiediamo a tutti di segnalare ai nostri agenti episodi, situazioni e aree su cui intervenire”.

1 Commento

Rispondi