Nuovo “Aiuto Point” per i malati di tumore all’ospedale Santa Maria Annunziata

L’inaugurazione dell'”Aiuto Point”. Da sinistra: l’assessore Minelli (Bagno a Ripoli), la sindaca Marini (Pontassieve), l’assessore regionale Saccardi

Quarto taglio del nastro quello di oggi pomeriggio, giovedì 16 marzo, all’ospedale Santa Maria Annunziata per l’assessore regionale Saccardi, che ha inaugurato il quarto Aiuto Point della Toscana dedicato a pazienti oncologici dopo quelli di Pisa, Siena e Grosseto. Erano presenti i direttori generale Emanuele Gori, sanitario Roberto Biagini e il direttore del dipartimento oncologico Luisa Fioretto.

Aiuto Point è l’acronimo di Assistenza, Informazione, Urgenze nel Trattamento Oncologico. Con l’apertura di questo nuovo servizio anche nell’Azienda Usl Toscana Centro sarà ulteriormente migliorato il percorso di cura dei pazienti con patologia oncologica. In particolare nell’ospedale Santa Maria Annunziata, si registra il più alto numero di pazienti oncologici in trattamento, anche per la presenza della Breast Unit,(dottoressa Francesca Martella), terza in Regione per casistica, dopo quella dell’aziende universitarie di Careggi e Pisa e del Centro di Riferimento Regionale per il Melanoma, (dottor Lorenzo Borgognoni).

Con Aiuto Point, i cittadini che hanno subito un intervento di tumore, saranno guidati nel loro percorso di controllo e monitoraggio: il servizio inoltre prevede di realizzare una forte integrazione fra assistenza sanitaria e amministrativa e consente la presa in carico dei pazienti oncologici in tutte le fasi di malattia. Il Punto Servizi infatti costituirà il riferimento per i pazienti: per esempio non dovranno più rivolgersi al Cup per la prenotazione dei propri controlli; sarà il Punto Servizi che assicurerà tutte le prenotazioni previste, fornirà supporto per l’espletamento degli adempimenti amministrativi in materia di esenzione e l’avvio dell’iter per il riconoscimento per l’invalidità civile.

L’Aiuto Point dell’ospedale Santa Maria Annunziata è stato collocato in uno spazio dedicato, al terzo piano nell’ambito dell’accoglienza del Dipartimento oncologico, che già assicurava percorsi di cura per pazienti a cui per la prima volta è diagnosticato un tumore e per quelli che convivono con una malattia tumorale avanzata. 

La realizzazione del nuovo servizio ha coinvolto oltre al Dipartimento Oncologico, i Dipartimenti di Diagnostica per immagini (dottor Sandro Santini), Decentramento (dottoressa Susanna Tamburini), Infermieristico (dottor Paolo Zoppi), Materno-infantile (dottor Giansenio Spinelli), Specialistiche Chirurgiche (dottor Stefano Michelagnoli, Specialistiche Mediche (dottor Giancarlo Landini), Rete Ospedaliera (dottor Luca Nardi), coordinati dallo Staff della Direzione Sanitaria (dottoressa Silvia Guarducci). Questo ha consentito di inaugurare il primo Aiuto Point della Toscana che fin da subito sarà in grado di accogliere i bisogni dei cittadini operati, non solo per tumore alla mammella ma per qualunque forma di tumore solido (per esempio il tumore polmonare, quello prostatico e al colon retto).

Rispondi