Fendi acquista l’ex fornace Brunelleschi di Capannuccia: dall’amianto alla moda d’alta classe

Così si presenta oggi l’ex fornace, con i tetti scoperchiati dopo la bonifica dall’amianto

L’ex fornace Brunbelleschi a Capannucci ha un fututo legato alla moda. L’area è stata acquistata all’asta indetta dal curatore del fallimento, per pare tre milioni di euro, dalla Lvmh di Bernard Arnault (proprietario dei marchi Lius Vuitton, Christian Dior, Bulgari e Fendi). E proprio per Fendi, che nel Comune di Bagno a Ripoli ha già un insediamento in via di Vacciano, dovrebbe essere realizzato un progetto che prevede centro produttivo, centro di formazione per giovani artigaini, uffici direzionali, magazzino e un ristorante. L’anticipazione è del Corriere Fiorentino.

L’area della ex fornace Brunelleschi a Capannuccia

L’area, che ha un’estensione di circa 9 ettari, è stata recentemente bonificata dalle coperture in amianto con un intervento diretto dell’Amministrazione comunale, che ora potrà rivalersi sulla curatela fallimentare per rientrare dalle spese: 150mila euro. Nelle intenzioni dell’acquirente vi sarebbe di iniziare rapidamente i lavori per inaugurare il nuovo insediamento entro il 2019. A poche centinaia di metri di distanza vi è già la sede produttiva di Ermanno Scervino (con previsione di ampliamento). La zona diventerebbe quindi un polo molto importante per la moda. Fra l’altro, proprio di fronte all’ingresso dell’ex fornace verrà realizzata la rotatoria di smistamento del traffico da via di Tizzano al tratto della Variante di Grassina che proseguirà verso l’Ugolino.

Rispondi