Una statua per i giardini di Antella due per Grassina: bando di concorso del Comune per artisti ripolesi

Il giardino della Resistenza all’Antella

Le aree verdi e i giardini di Bagno a Ripoli si vestono d’arte con il bando pubblico “Arti-nParco” promosso dall’amministrazione comunale. Un concorso per la presentazione di idee e progetti finalizzati alla realizzazione di iniziative di arte diffusa ospitate in luoghi di interesse e fruizione pubblica, con cui il Comune intende valorizzare e incentivare la creatività di artisti locali, promuovendo allo stesso tempo una nuova cultura del bello e modalità innovative di decoro e arredo urbano attraverso i linguaggi dell’arte contemporanea.

Il bando in questi giorni sarà pubblicato e sarà scaricabile integralmente sul sito del Comune di Bagno a Ripoli (www.comune.bagno-a-ripoli.fi.it). Le aree oggetto del concorso, che prevede l’ideazione e la successiva realizzazione di due sculture o installazioni, sono il giardino della Resistenza ad Antella e l’area a verde pubblico adiacente alla Casa del popolo a Grassina. Un terzo bando sarà successivamente aperto per dotare di un’opera d’arte contemporanea anche il parco urbano che sorgerà a Grassina lungo la riva destra dell’Ema. Per ognuna delle due opere d’arte è stato scelto un tema che i partecipanti al concorso dovranno seguire. La “voce della natura” e il “lessico del paesaggio” sono il filo conduttore pensato per il giardino di Antella (qui la scultura/installazione dovrà avere un’altezza di 2.50 mt e un diametro di 1.50). Il “mondo della fantasia” e quello “dell’infanzia” rappresentano il tema selezionato per l’opera dell’area verde di Grassina (dove la scultura/installazione dovrà avere un’altezza di 1.50 mt e un metro di diametro).

Il giardino della Cdp a Grassina

Al concorso possono partecipare singoli artisti che abbiano compiuto il 18esimo anno di età e siano residenti nel territorio di Bagno a Ripoli da almeno un anno. Ogni candidato potrà presentare una sola proposta progettuale. I progetti dovranno essere presentati in forma di bozzetti in gesso o altro materiale, in dimensioni idonee a rendere comprensibile il risultato estetico finale dell’opera. Dovranno essere indicate in una relazione modalità e tempi di realizzazione delle opere che saranno seguite dall’artista, e dovranno essere descritte modalità e tempi di installazione delle opere stesse i cui costi resteranno a carico del Comune.

“Gli ultimi due anni del nostro mandato – dice il sindaco Francesco Casini – avranno l’acceleratore premuto sui temi dell’arte e sui progetti culturali. Partiamo con questo bando, che vuole arricchire il territorio con nuove opere d’arte e che rappresenta un’opportunità concreta per i tanti creativi e artisti ripolesi, i quali con la loro attività e il loro estro danno impulso e lustro alla vita culturale della nostra comunità. Un’occasione, allo stesso tempo, per ‘vestire’ di bello i nostri parchi e giardini, dando al decoro urbano una nuova declinazione ispirata alla ricerca dell’arte contemporanea. L’auspicio è che siano in tanti gli artisti che vorranno partecipare, in particolare i più giovani e gli emergenti, per i quali il contest può diventare un banco di prova e una vetrina importantissima”.

Gli artisti interessati a partecipare al bando dovranno effettuare un sopralluogo preventivo presso l’area a verde pubblico individuata per la realizzazione della proposta progettuale. Il suddetto sopralluogo potrà essere effettuato dal 18 al 30 settembre 2017, previo appuntamento da richiedere al seguente indirizzo: gabriele.danesi@comune.bagno-a-ripoli.fi.it.

Gli elaborati – contenuti in un plico/contenitore chiuso e indirizzati al Comune di Bagno a Ripoli – Ufficio Innovazione piazza delle Vittoria 1 – dovranno obbligatoriamente pervenire presso l’Ufficio relazione con il Pubblico, piazza della Vittoria 1, Bagno a Ripoli entro il 1° novembre 2017. Entro il 24 novembre 2017, un’apposita commissione nominata dal Comune selezionerà un vincitore per ogni singola area. Il Comune di Bagno a Ripoli erogherà per ogni progetto vincitore la somma di euro 5.000 più IVA, comprensiva delle spese di realizzazione dell’opera, di cessione della stessa e dei connessi diritti di utilizzazione. La consegna dell’opera dovrà avvenire entro il 30 marzo 2018.

1 Commento

  1. Bravi! Qualcuno lo aveva gia’ proposto fin dalla donazione del capolavoro da parte di Casamonti alla rotonda della Strada Provinciale, porta di ingresso al paese, che dovesse esserci un’opera di un artista locale che rappresentasse il nostro territorio e non il Peru’ e i pesci…. vedo che prima o poi gli input arrivano alle menti degli amministratori e vengono fatte proprie …

Rispondi