Nozze con imprevisto all’Oratorio di S.Caterina: il mistero della fascia tricolore scomparsa

Fortunatamente gli sposini erano inglesi e non hanno ben compreso la situazione. Fatto sta che ieri pomeriggio il loro matrimonio per alcuni minuti è stato a rischio: non si trovava la fascia tricolore che il sindaco o chi da lui delegato deve obbligatoriamente indossare per la celebrazione. L’imprevisto si è verificato all’Oratorio di Santa Caterina, uno dei luoghi del Comune di Bagno a Ripoli deputato a ospitare matrimoni.

A celebrare le nozze di una coppia inglese, con al seguito solo i testimoni e qualche parente stretto, era stata comandata la consigliera comunale Sandra Baragli. Quando tutto era pronto per dare l’avvio al rito civile, la consigliera ha chiesto la fascia tricolore da indossare. I responsabili della struttura sono caduti dalle nuvole. La fascia? E chi ce l’ha? Eppure il Comune ha dislocato fasce tricolori nei posti più gettonati per le nozze (oltre all’Oratorio, c’è il Bigallo e alcune ville private convenzionate).

Una rapida perlustrazione di armadietti e cassetti non ha dato il risultato sperato. Così è stato chiamato un addetto che, in fretta e furia, è partito dal palazzo comunale con una fascia di riserva. Matrimonio salvo ma mistero che persiste: che fine ha fatto la fascia tricolore destinata all’Oratorio di Santa Caterina? Se nelle prossime ore le ricerche non avranno esito positivo, il sindaco dovrà provvedere a denunciarne la scomparsa ai Carabinieri o alla Questura.

Rispondi