Presentato a Bagno a Ripoli il nuovo servizio di bike sharing: ecco dove si possono trovare le 140 bici (fotogallery)

Il sindaco Francesco Casini collauda il nuovo servizio di bike sharing

Servizio di Pietro Pignotti

Presentato oggi, mercoledì 11 ottobre ai giardini dei Ponti di Bagno a Ripoli il nuovissimo sistema di bike sharing che tanto successo sta avendo a Firenze. Il servizio mette a disposizione biciclette utilizzabili da tutti tramite un’apposita applicazione per potersi spostare lungo il territorio ripolese.  Posizionate in diciannove postazioni ritenute strategiche in base alla prossimità a luoghi pubblici, le 140 biciclette avranno un periodo di sperimentazione di sei mesi come stabilito della delibera approvata dalla Giunta comunale il 3 ottobre scorso. La prossima primavera dunque, a fronte di un riscontro positivo da parte della cittadinanza e degli utenti, l’Amministrazione comunale aprirà una gara pubblica per individuare uno o più soggetti interessati a svolgere il servizio di bike sharing (nella fase sperimentale affidato a Mobike).

Parcheggiare la bicicletta nelle aposite zone di sosta al termine dell’utilizzo non è obbligatorio, in linea con lo spirito della “bicicletta condivisa a flusso libero” di Mobike, ma consentirà agli utenti di ottenere una premialità, come previsto dalla piattaforma di bike sharing, disincentivando al tempo stesso i cosiddetti “parcheggi selvaggi”. Entro venerdì sarà completata la realizzazione della segnaletica relativa a ciascuna postazione.

Le mappe relative a Bagno a Ripoli sono ancora in aggiornamento ma il servizio è già attivo, a partire da oggi, su tutto il territorio comunale.
Per quanto riguarda il noleggio, può essere chiuso anche fuori dai confini comunali purchè il comune abbia adottato il servizio di bike sharing con Mobike: oltre a Firenze e Bagno a Ripoli, al momento, ci sono Scandicci (dove il servizio è già attivo) e Sesto Fiorentino (dove sta per partire). Al di fuori di questi comuni, non si può chiudere il noleggio.

Presenti questa mattina il sindaco Francesco Casini e l’assessore all’Urbanistica Paolo Frezzi. Soddisfatto, tra una pedalata e l’altra, il primo cittadino: “E’ un periodo di prova per questo nuovo servizio, ma siamo sicuri che avremo ottime risposte da parte della cittadinanza. E’ senz’altro un grande ed ulteriore passo verso un futuro di mobilità sostenibile per il nostro comune e per la nostra gente”

Ecco le postazioni delle 140 biciclette sul territorio comunale:

BAGNO A RIPOLI: (Tot 35)

  • Giardino “I Ponti” presso impianto sportivo (15 bici)
  • Parcheggio F.lli Orsi lato Croce Rossa Italiana (5 bici)
  • Palazzo Comunale (5 bici)
  • Via delle Arti fronte Coop (5 bici)
  • Via del Pratello 1 (5 bici)
  • Via Bocci (5 bici)

GRASSINA: (Tot 45)

  • Giardini Alighieri/distaccamento ASL (10 bici)
  • Giardini di S.Michele a Tegolaia (10 bici)
  • Piazza Umberto (lato ricariche elettriche) (5 bici)
  • Piazza Umberto (lato Casa del Popolo) (5 bici)
  • Via Tegolaia fronte scuola (5 bici)
  • Via Spinello Aretino parcheggio Fratellanza Popolare (5 bici)
  • Giardini via Tina Lorenzoni (5 bici)

PONTE A NICCHERI: (Tot 15)

  • Biblioteca comunale (15 bici)

PONTE A EMA (Tot 10)

  • Giardini Via L.Longo (10 bici)

ANTELLA: (Tot 20)

  • Via dell’Antella presso inizio zona Artigianale S.Pertini (5 bici)
  • Piazza Peruzzi (lato Via Montisoni) (5 bici)
  • Parcheggio Giardino della Resistenza (lato Via Carnia) (10 bici)

SORGANE: (Tot 20)

  • Via A. de Gasperi (lato Hotel Togheter) (10 bici)
  • Via Tagliamento fronte uffici Quartiere su Comune di Firenze (5 bici)
  • Rodolico su Comune di Firenze (5 bici)

COME FUINZIONA IL SERVIZIO E QUANTO COSTA

Per utilizzare le bici del bike sharing è sufficiente scaricare l’APP gratuita per smartphone Mobike dall’Apple Store o da Google Play. Il passaggio successivo è la creazione di un account utilizzando il numero di cellulare a cui arriverà il codice di verifica da inserire per pagare il deposito cauzionale con carta di credito/debito a garanzia della copertura, almeno parziale, dei costi sostenuti in caso di comportamento inappropriato o vandalismo da parte dell’utente.

Sempre tramite l’APP si può consultare la mappa localizzando le biciclette più vicine. È possibile anche prenotare (massimo 15 minuti) semplicemente selezionando la bici e cliccando “prenota”. Una volta individuato il mezzo, è sufficiente cliccare il pulsante “sblocca” sull’APP e scansionando il QR code vicino al manubrio della bici il lucchetto si apre automaticamente.

Una volta giunti a destinazione è possibile lasciare la bicicletta in modo sicuro in una qualunque delle zone individuate e segnalate, chiudendo la leva sul lucchetto intelligente. Una volta bloccato l’APP provvede automaticamente a terminare il viaggio. Le biciclette che si vedono sull’APP sono quelle più vicine all’utente geolocalizzato, circa 15 bici. Per vedere sulla mappa le bici di altre zone basta impostare i luoghi tra i preferiti e così sul cellulare appaiono anche quelle in prossimità di questi luoghi.

Al momento la tariffa base di utilizzo per un periodo di 30 minuti è di 30 centesimi (che poi diventeranno 50); il deposito è di 1 euro (che poi sarà portato a 50 euro). Saranno disponibili modalità di abbonamento che prevedono formule mensili, trimestrali, semestrali e annuali.

Rispondi