Furto in pieno giorno alla Villa di Picille: in azione tre uomini incappucciati. Il racconto della vicina che li ha affrontati

I ladri hanno aperto la porta in legno e forzato la successiva porta a vetri

Furto in pieno giono in uno degli appartamenti della Villa di Picille in via dell’Affrico, poco oltre l’abitato di Balatro. I ladri hanno aperto la porta in legno che dà sulla strada e forzato una porta a vetri, quindi sono entrati nell’appartamento al piano terreno, che hanno messo a soqquadro senza fretta, rovistano in ogni angolo alla ricerca di un’inesistente cassaforte. Hannno però razziato tutto ciò che poteva essere di loro interesse: alcuni preziosi, un orologio di pregio e perfino un paio di stivaletti haggy. Per coprire i rumori sospetti hanno acceso il televisore che le due proprietarie dell’appartamento hanno trovato ancora in funzione al loro rientro a casa.

Tutto è avvenuto intorno alle 11 di stamattina, mercoledì 18 ottobre. In azione tre malviventi che quando sono usciti dall’appartamento con i sacchi in mano sono stati affrontati da una vicina di casa. “Erano incappucciati per nascondere il volto – racconta la donna – Gli ho chiesto chi siete? Cosa state facendo? Siamo carabinieri, mi hanno risposto. ‘Macchè carabinieri’, ho detto e mi sono messa a gridare, purtroppo in giro non c’era nessuno. Loro sono montati su un’auto, una lancia color sabbia metallizzata, guidata da un complice e sono fuggiti”.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri con gli esperti della scientifica per rilevare eventuali impronte. E’ probabile che i ladri abbiano studiato con attenzione i movimenti delle due abitanti dell’appartamento svaligiato prima di colpire. Pare che, nei giorni scorsi, un furgone con tre persone a bordo sia stato notato più di una volta transitare davanti alla villa, quindi fare inversione e dileguarsi.

1 Commento

  1. A questo punto direi che siamo in una situazione di emergenza ! Sono necessari interventi a sostegno della sicurezza nel nostro territorio .

Rispondi