AAA sponsor cercansi (in denaro o natura) per la mostra del Comune di Bagno a Ripoli con gli Uffizi: c’è da recuperare 72mila euro di spese

Il Comune sta ricercando sponsor privati disponibili a fornire contributi economici o prestazioni di beni e servizi per la realizzazione della mostra evento “Con dolce forza” Donne nell’universo musicale del Cinque e Seicento, organizzata in collaborazione con la Galleria degli Uffizi e in programma all’Oratorio di Santa Caterina dall’8 marzo al 13 maggio.

Tintoretta, autoritratto

La mostra mira a illustrare il rapporto delle donne con la musica nel corso del XVI e XVII secolo, attraverso un percorso espositivo nel quale troveranno posto pregevoli opere tra cui autoritratti e ritratti conservati presso le Gallerie degli Uffizi e il Museo Stibbert, una miniatura olio su
rame con ritratto di donna, volumi a stampa e stampe con illustrazioni dal libretto di Ferdinando Saracinelli per l’opera di Francesca Caccini dal titolo La liberazione di Ruggiero dall’isola di Alcina. L’organizzazione dell’evento avrà un costo stimato di 72mila euro così ripartiti:

Servizio di guardiania in orario di chiusura 10.000
Adeguamento sistema di allarme 2.000
Impianto di rilevamento umidità 1.000
Allestimento mostra 5.000
Trasporto opere 5.000
Assicurazione opere (massimale 3,5 milioni di euro) 5.000
Catalogo 15.000 (in realtà l’appalto è stato vinto da Polistampa per un prezzo di 11.900 euro Iva inclusa)
Campagna pubblicitaria/promozionale (comprensiva di produzione di manifesti, depliant, vele, flier, acquisto spazi su quotidiani, riviste ecc.)
10.000
Eventi collaterali (inaugurazione, convegni, spettacoli) 15.000
Spese gestionali (utenze, servizio di pulizia) 4.000
Totale 72.000

A fronte di possibili sponsorizzazioni, il Comune ha individuato 3 fasce di benefits
FASCIA 1: DA 1.000 A 3.000 euro
– inserimento del nome dello sponsor su tutto il materiale promozionale sotto la voce “Ringraziamenti”
– 20 biglietti omaggio + 3 cataloghi
FASCIA 2: DA 3.000 A 5.000 euro
– inserimento del nome e del logo dello sponsor in policromia su tutto il materiale promozionale
– inserimento del nome e dello sponsor in terza di copertina del catalogo della mostra sotto la voce “Ringraziamenti”
– 40 biglietti omaggio + 6 cataloghi
FASCIA 3: DA 5.000 A 10.000 euro
– inserimento del nome e del logo dello sponsor in policromia su tutto il materiale promozionale
– inserimento del nome e del logo a colori dello sponsor in terza di copertina del catalogo della mostra
– inserimento del nome, logo e link dello sponsor all’interno delle pagine web e social dedicate all’evento
– inserimento del nome e del logo a colori dello sponsor su tutti i gadget e il merchandise
– menzione nel corso delle conferenze stampa, all’interno dei redazionali, post e negli abstract promozionali
– opportunità di utilizzo dell’Oratorio di Santa Caterina nel corso della mostra quale location per special events, show room ecc. dedicati ai prodotti dell’azienda
– 80 biglietti omaggio + 12 cataloghi

Gli interessati potranno consegnare la propria proposta entro il 26 febbraio 2018:

  • a mano all’Ufficio Relazioni con il Pubblico (Piazza della Vittoria 1, Bagno a Ripoli/Capoluogo, aperto lunedì, mercoledì e venerdì ore 8–13, martedì e giovedì ore 8-12 e 14.30-18, sabato ore 8.30–12.30);
  • a mezzo Pec all’indirizzo comune.bagno-a-ripoli@postacert.toscana.it (esclusivamente da casella di posta elettronica certificata).

Per informazioni contattare il dirigente dell’Area 4, Fabio Baldi, tel. 055 6390227 – cell. 320 4317646, e-mail fabio.baldi@comune.bagno-a-ripoli.fi.it.

La mostra sarà aperta dal martedì alla domenica, orario 10 – 18.30. Giornata di chiusura: lunedì. Ingresso alla mostra: € 5,00 intero; € 3,50 ridotto (gruppi di minimo 10 persone con prenotazione obbligatoria, maggiori di 65 anni, studenti universitari, soci di tutte le realtà convenzionate ed eventuali sponsor. Gratuito per studenti e scuole, insegnanti con classe, accompagnatori di un gruppo organizzato di minimo 10 persone, giornalisti con tessera professionale, bambini sotto i 6 anni, disabili con loro accompagnatori, guide turistiche.

Rispondi