Rapina e violenza sessuale nel centro di Firenze: arrestati due uomini e una donna di Bagno a Ripoli e un marocchino

Rapina, lesioni e violenze sessuali durante un raid notturno nel centro di Firenze terminato con quattro arresti da parte dei Carabinieri. Protagonisti due uomini e una donna di Bagno a Ripoli, ora agli arresti domiciliari, e un marocchino, chiuso nel carcere di Sollicciano. I quattro sono tutti pregiudicati. La scorribanda è iniziata poco prima delle una della nella notte appena trascorsa. In piazza della Repubblica i quattro si sono avvicinati ad un gruppo di americani. Due ragazze sono state aggredite, percosse e palpeggiate, una è stata minacciata con un coltello dalla donna, ad un’altra è stata sottratta la borsa poi ritrovata nelle vicinanze. Le due americane sono state medicate all’ospedale di Santa Maria Nuova. Il fidanzato di una delle aggredite, intervenuto in soccorso, si è preso una bottigliata in testa.

Il raid è proseguito poco dopo in via Pellicceria, dove i quattro hanno cercato di strappare la borsa a due italiane che però hanno resistito, mettendoli in fuga. Alle 1.10, sempre in via Pellicceria, il marocchino ha prima abbassato la maglietta ad un’americana palpeggiandole il seno, poi con il concorso degli altri tre, le ha strappato la borsa, colpite anche altre due amiche della ragazza. A questo punto c’è stata la reazione dei passanti che avevano assistito all’aggressione. Alcuni di loro sono intervenuti e, dopo una breve colluttazione, hanno bloccato il marocchino fino all’arrivo dei Carabinieri. I tre ripolesi sono invece riusciti a fuggire, ma, ripassando da piazza della Repubblica, sono stati individuati dal primo gruppo di americani che aveva subito l’aggressione ed era ancora sul posto con due pattuglie dell’Arma appena intervenute. I tre hanno provato ad opporre resistenza ma sono stati fermati dai militari e arrestati.

Rispondi