Entra all’ospedale dell’Annunziata armato di pistola: intervengono i carabinieri

(Fotocronache Germogli)

A dare l’allarme è stata una dottoressa in serizio all’ospedale dell’Annunziata: un anziano, che era lì per accertamenti sanitari, aveva con sé una pistola. La centrale operativa dei Carabinieri ha girato la segnalazione alla stazione di Grassina i cui militari sono intervenuti immediatamente. E’ accduto ieri sera, sabato 7 aprile. Protagonista un 87enne cardiopatico, che si era recato all’ospedale per alcuni esami, che aveva addosso una pistola. Quando i carabinieri lo hanno affrontato, l’anziano (che risulta incensurato) è apparso frastornato e meravigliato di tanto scalpore e non ha saputo fornire spiegazioni sulla decisione di presentarsi armato in ospedale. E’ stato quindi denunciato a piede libero per porto abusivo di arma da fuoco (una pistola marca Nord America Arms modello Guardia, con caricatore e munizioni).

Da ulteriori controlli è risultato che l’anziano risulta titolare di porto d’armi ad uso sportivo rilasciato nel 2006 e scaduto nel 2012. A questo punto si è deciso per una perquisizione domiciliare. Nella sua abitazione i carabinieri hanno trovato un’altra pistola Beretta 98Fs e 130 cartucce in più rispetto al limite consentito dalla legge (che è 200). L’anziano è stato denunciato anche per detenzione abusiva di munizioni e gli è stata ritirata cautelativamente anche questa seconda pistola.

 

Rispondi