Rivoluzione Ataf a Bagno a Ripoli: novità per le linee 31-32-48-49-23-24-8

L’ora X dovrebbe scattare il prossimo primo luglio. Con l’entrata in funzione delle nuove linee della tramvia a Firenze verranno potenziati i collegamenti Ataf che interessano Bagno a Ripoli. Le modifiche dovranno essere ufficializzate dal Comune di Firenze e le ipotesi sono ancora suscettibili di qualche modifica: “Siamo ad uno stato avanzatissimo – ha detto ieri il sindaco Francesco Casini, parlando alle commissioni consiliari riunite per affrontare il tema – ma si tratta comunque di ipotesi di lavoro che stiamo affrontando con il Comune di Firenze. Nei nostri confronti c’è molta disponibilità”. Complessivamente i chilometri percorsi dai mezzi dell’Ataf nel territorio di Bagno a Ripoli dovrebbero passare dai circa 556mila attuali a 717mila, con un aggravio economico per il Comune di circa 70mila euro.

 Questa linea lascia Bagno a Ripoli è andrà alla Nave a Rovezzano. Sarà eliminato anche il discusso capolinea all’angolo con via Parri.

 Prolungamento della linea da Sorgane fino a Croce a Varliano lungo via Roma, sia all’andata che al ritorno, attraversando il centro di Bagno a Ripoli. Torna così il collegamento tra il capoluogo e la stazione di Santa Maria Novella. In piazza di Croce è già tutto predisposto per il capolinea. Non a caso nella ristrutturazione della piazza è stata mantenuta la pensilina Ataf esistente. La frequenza media dei passaggi dovrebbe essere ogni 15 minuti. In base al flusso di passeggeri, il Comune potrà studiare in futuro la realizzazione di un nuovo parcheggio. Le fermate saranno tutte ridefinite. E’ stato chiesto ad Ataf di fornire almeno il capolinea di tabellone elettronico che indichi i tempi di attesa.

Mantiene il ruolo di circolare all’interno del territorio di Bagno a Ripoli, ma verranno eliminate le “varianti”. Il percorso sarà più diretto e lineare con un miglior rispetto dei tempi di percorrenza: Bagno a Ripoli – Osteria Nuova – Antella – Grassina e ritorno senza più la deviazione verso Croce a Balatro. L’idea è di creare un capolinea unico in via don Lorenzo Perosi a Bagno a Ripoli da condividere anche con le linee 48 e 49. Il capolinea risulta distante solo un paio di centinaia di metri dalla nuova fermata del 23.

La linea che parte da Grassina sarà prolungata per arrivare alla stazione di Santa Maria Novella. Da piazza San Marco gli autobus percorreranno via degli Arazzieri, via XXV aprile, attraverseranno piazza Indipendenza fino ai viali, gireranno intorno alla Fortezza per arrivare al capolinea in viale Strozzi accanto all’accesso per il binario 16 dal quale si accede alla stazione. Sarà allarganto, per rendere le manovre dei bus più agevoli, il capolinea in piazza Umberto I a Grassina.

Anche la linea che parte dall’Antella tornerà ad arrivare alla stazione seguendo lo stesso persorco del 31. Questa linea avrà un aumento di frequenza per dare un miglior servizio all’utenza diretta all’Ospedale Santa Maria Annunziata.

Questa linea avrà il capolinea a Bagno a Ripoli in via don Perosi. Da lì seguirà il percorso via Fratelli Orsi – rotatoria – via di Rosano – Rimaggio – Candeli – Villamagna. Non è stato possibile ottenere un passaggio dei bus dalla frazione di Rignalla, come richiesto da alcuni abitanti, per la mancanza di requisiti di sicurezza della sede stradale.

La linea continuerà a collegare San Polo con Capannuccia (dove è previsto un carico di nuova utenza con l’apertura dello stabilimento Fendi) e Grassina, ma sarà prolungata verso Bagno a Ripoli attraverso via di Ritortoli con capolinea finale in via don Perosi. C’è la disponibilità di Scervino, Fendi e altri imprenditori della zona a contribuire alle spese di potenziamento della linea.

51 (numero da confermare) – Bussino navetta (sarà chiesto l’uso di un mezzo elettrico) per il collegamento esclusivo all’interno di Grassina (centro – Costa al Rosso, Bubè – Dante Alighieri); e tra Antella e Croce a Balatro.

2 commenti

  1. Speriamooooo!!!
    Intanto il 32 continua a saltare corse.

  2. Sarebbe veramente comodo!!!

Rispondi