Festa della battitura a Monna Giovannella (domani e domenica): tutto il programma

Due giorni all’aria aperta all’insegna del buon cibo, della musica, del divertimento e della storia e le tradizioni del nostro territorio. La Festa della Battitura torna per il secondo anno ad animare l’estate di Bagno a Ripoli e lo fa… raddoppiando le giornate di iniziative nel suggestivo scenario della Azienda Agricola Monna Giovannella che organizza l’evento in collaborazione con La Bottega di Gabri, l’Associazione Grani Antichi di Bagno a Ripoli e Spighe Toscane Srl con eChianti in veste di media partner.

Patrocinata da Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze e Comune di Bagno a Ripoli, la Festa della Battitura si terrà domani, sabato 7, e domenica 8 (ingresso libero, accesso consentito anche agli amici a 4 zampe) coi cancelli della Azienda Agricola che si apriranno dalle 10 del mattino fino alla mezzanotte offrendo ai visitatori una moltitudine di opportunità: dai laboratori didattici ai seminari, dagli stand alla cucina, dalle degustazioni alla musica.

“Il nostro obiettivo – spiegano i promotori dell’evento – è quello di far rivivere l’antica tradizione della ‘battitura’, vale a dire la fase finale del lavoro di un’intera campagna agricola che partiva dalla semina delle varie tipologie di grani antichi e si concludeva, appunto, con la separazione dei semi dalle spighe. Tale operazione avveniva utilizzando la trebbiatrice, un tempo detta appunto anche “macchina per battere il grano”, che progressivamente è stata poi sostituita dalla mietitrebbia che esegue la trebbiatura contemporaneamente alla mietitura”.

E per far conoscere al meglio il procedimento di una volta, il Comune di Bagno a Ripoli ha messo a disposizione per la “Festa della Battitura” una vecchia trebbiatrice azionata da un altrettanto vecchia macchina a vapore, rimesse in funzione grazie al lavoro e all’impegno dei proprietari dell’azienda promotrice dell’evento, per poter mostrare ai partecipanti le antiche tradizioni contadine.

“Con la Festa della Battitura – dice il sindaco Francesco Casini – torna a vivere una delle tradizioni più antiche e più tipiche del nostro territorio, un appuntamento rituale con cui fino a qualche decennio fa sulle nostre colline si raccoglieva il frutto della stagione agricola. Quella a Monna Giovannella sarà una festa di comunità che ci riporterà alle nostre radici ma anche all’insegna della salute, con la riscoperta dei grani antichi e più genuini che da sempre sono prediletti dall’agricoltura locale. Un ringraziamento agli organizzatori per averci dato con il loro lavoro e la loro energia questa bella opportunità”.

Il programma si articolerà su due giornate e prevederà i seguenti appuntamenti:

– ore 10.00 apertura degli stand e inizio del laboratorio didattico di panificazione a cura de “La Bottega di Gabri”; dalla macinatura della farina alla lievitazione del pane, rivolto a grandi e piccini

– ore 11.00 Parliamone con l’esperto:

  • (Sabato e Domenica) “I grani antichi”: cosa sono i Grani Antichi, come si coltivano e la loro importanza nella dieta quotidiana a cura del Professore Associato Stefano Benedettelli (Dipartimento di Scienze Produzioni Agroalimentari e dell’Ambiente dell’Università degli Studi di Firenze.
  • (solo Sabato) “Grani antichi: andata o ritorno?” Intervento della Dr.ssa Francesca Castioni, agronoma della fattoria Monna Giovannella per i grani antichi.
  • (solo Domenica) “Piante protagoniste” Intervento a cura di Pino Baggiani

– ore 11.30 “Preparazione dell’antica battitura”: creazione della barca formata dai covoni di grano legati e tagliati a misura; accensione della vaporiera che produrrà l’energia necessaria per il funzionamento della trebbia che verrà azionata nel corso del pomeriggio.

– ore 11.30 infornata del pane preparato nel laboratorio mattutino

– ore 12.00 (solo Domenica) Benedizione dei pani e delle spighe a cura di don Moreno Bucalossi parroco di Antella

– dalle 12.00 alle 14.00 apertura della cucina per il pranzo

– ore 12.30 1° estrazione della lotteria

– ore 16:00 merenda

– dalle 16:00 alle 23:00 attività per i più piccoli

  • dalle 16.00 alle 20.00 “I laboratori creativi di Fantulin”
  • dalle 16.30 alle 19.30 “Battesimo della Sella” sui Pony per i bambini a cura del Centro Ippico Il Rospetto di Bagno a Ripoli
  • (solo Domenica) Durante tutta la giornata “Battesimo della Sella” e alle ore 17 “Riabilitazione equestre” sui cavalli a cura della Cooperativa Sociale CTE – Centro Terapeutico Europeo a r.l. ONLUS
  • dalle 20.00 alle 23.00 intrattenimento per i più piccoli con la Fata Alice

– ore 18:00 “Antica battitura”: messa in moto della vaporiera e della trebbia, dimostrazione di come avveniva la separazione dei semi dalle spighe sia attraverso il correggiato (antico strumento manuale) che con la trebbiatrice con l’aiuto del macchinista storico Mario Gori

– ore 19.15 2° estrazione della lotteria

– dalle 19.30 alle 22.30 apertura della cucina per la cena

– ore 21.30 3° estrazione della lotteria

Durante il pranzo e la cena i partecipanti potranno gustare a modici prezzi i piatti della tradizione contadina (prenotazione obbligatoria solo per gruppi superiori a dieci persone al numero 328.7694243 o via mail all’indirizzo festabattitura@echianti.it) ed avranno a disposizione una selezione di vini di eccellenza per accompagnare le loro pietanze oltre alle birre artigianali della Fattoria Monna Giovannella.

Tutta la festa sarà accompagnata con la musica e si esibiranno anche stornellatori che intoneranno con l’aiuto della fisarmonica canti popolari. Sia il sabato che la domenica i più piccoli avranno anche a disposizione divertenti gonfiabili.

Contribuiranno all’evento anche la gelateria artigianale “La Via del Gelato” di Manuela Cerullo delle Sieci oltre al Cocomero dello “Zio di Paterno” che per tutta la durata dell’evento metteranno a disposizione i loro prodotti.

Ai partecipanti è vivamente consigliato di portare coperte e cuscini per potersi godere al meglio gli spazi a disposizione e l’ombra degli ulivi dell’azienda.

Rispondi