Abbonamenti Ataf: il Comune rimborsa gli aumenti per gli studenti, come ottenerli

Abbonamenti Ataf, dal Comune ecco il piano “anti-rincari”. Per gli studenti residenti sul territorio comunale di Bagno a Ripoli, saranno azzerati gli aumenti sull’abbonamento annuale introdotti dal 1° luglio con il nuovo sistema tariffario regionale. La differenza di costo sarà coperta dall’Amministrazione comunale, con un’agevolazione in base all’Isee, fino a un massimo di 52 euro. Non solo, il Comune darà un contributo di 50 euro anche ai possessori di abbonamenti ordinari in bassa fascia Isee.

“Da settembre – spiega il sindaco Francesco Casini – sarà possibile richiedere l’agevolazione direttamente al Comune. Faremo uno sforzo economico che risponde a una scelta politica seria e precisa: sviluppare sempre più la mobilità sostenibile. Un obiettivo che ci vede impegnati da sempre, con la riqualificazione progressiva dell’intero sistema di piste ciclabili e il potenziamento dei bus con nuove linee più efficienti”. “Adesso – continua il sindaco – si aggiunge il piano ‘anti-rincari’, un tassello altrettanto importante. Privilegiamo l’utenza degli studenti, senza però dimenticare chi lavora. Ricordo ancora che gli utenti del trasporto pubblico potranno beneficiare del rafforzamento delle linee dei bus su cui molto abbiamo puntato, tra cui il ritorno del 23 a Bagno a Ripoli e Croce a Varliano e, da settembre, con i collegamenti diretti con la stazione di Santa Maria Novella anche per il 31 e il 32”.

Nel dettaglio, di seguito, le agevolazioni comunali per gli abbonamenti annuali degli studenti.

Gli studenti con Isee fino a 12.500 euro, riceveranno uno sconto di 50 euro. L’abbonamento, per loro, costerà dunque 150 euro, la cifra esatta pagata finora, e non 200 euro come altrimenti previsto dalle nuove tariffe.

Con un Isee tra i 12.500 e i 36mila euro si avrà diritto a uno sconto del Comune pari a 15 euro: il rincaro così sarà totalmente azzerato e l’abbonamento tornerà a costare 185 euro anziché 200 come previsto dalle nuove tariffe.

Con Isee tra i 36mila euro e i 45mila euro, potrà scattare un’agevolazione di 52 euro, che riporterà il prezzo dell’abbonamento annuale a 200 euro, annullando anche in questo caso il rincaro. Nessuno sconto, invece, verrà concesso con Isee sopra i 45mila euro.

Per quanto riguarda gli abbonamenti annuali ordinari, il Comune di Bagno a Ripoli ha previsto uno sconto di 50 euro per coloro che rientrano nella fascia Isee fino a 12.500 euro.
Gli aventi diritto, dal 1 settembre, potranno fare richiesta dell’agevolazione comunale presso l’Ufficio relazioni con il pubblico del Comune di Bagno a Ripoli. I contributi saranno erogati direttamente dagli uffici comunali.

Ai contributi del Comune, si aggiunge la detrazione fiscale del 19% introdotta dal precedente governo, che vale per tutti indipendentemente dal reddito e si traduce in un ulteriore risparmio. Inoltre, a partire da novembre tutti gli iscritti all’Università di Firenze, grazie a un accordo tra Regione Toscana, Comune di Firenze, Ateneo fiorentino, Azienda regionale per il diritto allo studio e One Scarl, potranno avvalersi della “Carta dello studente universitario della Toscana” come titolo di viaggio per tutti i mezzi pubblici urbani dell’area fiorentina con un contributo di 48 euro (anziché 185; gratuito per i possessori di borsa di studio).

Rispondi