Il Pd di Bagno a Ripoli accetta l’invito al “pranzo per l’unità a sinistra”

Il segretario del Pd di Bagno a Ripoli, Francesco Pignotti (a destra), col sindaco Francesco Casini

“Ogni volta che si tratta di parlare dell’unità del centrosinistra ci siamo e ci saremo. È quello che sosteniamo da sempre perché l’avversario da combattere non è al nostro interno ma gioca nell’altro campo”: il Pd di Bagno a Ripoli risponde così all’invito arrivato dall’ex presidente del circolo Arci di Ponte a Ema, Mario Orlandi, per un pranzo che abbia l’obiettivo di ricercare l’unita del centrosinistra (vedi articolo).
“Abbiamo letto l’invito e l’abbiamo discusso nei nostri organi decisionali secondo quanto previsto dal funzionamento democratico interno – dice il segretario comunale ripolese Francesco Pignotti – È senza dubbio auspicabile l’unità tra tutti coloro che, pur con legittime differenze, condividono principi e valori comuni: elettori e cittadini vogliono questo e non ne possono più di litigi e divisioni. Ben venga questo appuntamento che auguriamo il più largo e partecipato possibile! Chiaramente dovremo poi verificarlo e declinarlo nel dettaglio a livello programmatico e di singoli temi ma questo è un lavoro che inizieremo a brevissimo in vista delle amministrative del prossimo anno. Per tutto questo noi al pranzo ci saremo. Speriamo che non manchi nessuno”. Adesione all’iniziativa anche da parte del sindaco Francesco Casini, mentre, al momento, nessuna notizia da parte delle altre forze politiche a cui è stato mandato l’invito.

Rispondi