Un grassinese a capo della Cia Toscana

Il grassinese Lapo Baldini, nuovo direttore della Confederazione italiana agricoltori Toscana

E’ un grassinese il nuovo direttore della Cia (Confederazione italiana agricoltori) Toscana. Lapo Baldini è subentrato a Sandro Piccini. La sua nomina a direttore della Cia è stata formalizzata a luglio e da agosto è diventata operativa.

Nato a Bagno a Ripoli e residente a Grassina, cinquantaquattrenne, agronomo, ha iniziato la vita lavorativa con la Confederazione nel 1992, quando fu assunto ad Empoli come tecnico. Divenuto responsabile dello stesso ufficio, ha contribuito al rafforzamento della zona Empolese-Valdelsa nel periodo dell’apertura e poi dello sviluppo della sede di Certaldo e della sede di Empoli, primi esempi di centri servizi di consulenza in agricoltura della provincia di Firenze.

Dal 1998 al 2003 è stato occupato presso la cooperativa agricola di Legnaia, prima come tecnico agronomico e poi responsabile del conferimento dei soci orticoltori. Questa esperienza ha permesso di arricchire la conoscenze delle aziende agricole del territorio fiorentino anche sotto altri profili.

Nell’ottobre 2004 è stato nominato vicepresidente provinciale della Cia di Firenze fino al 2010 quando è diventato  responsabile dell’area imprese. In questo periodo ha ricoperto vari incarichi tra i quali: membro del comitato consultivo della Provincia di Firenze, membro del comitato prezzi della Camera di Commercio di Firenze, consigliere dell’azienda agricola Ota e dell’oleificio sociale di Vallina, consigliere dell’azienda agraria Mondeggi Lappeggi.

Rispondi