Incendio sulle colline del Bigallo partito da un falò, una denuncia

E’ bastato un attimo di distrazione e il falò delle potature si è trasformato in un incendio che ha rapidamente attaccato gli olivi circostanti. Vigili del fuoco e uomini della Vab di Bagno a Ripoli sono intervenuti oggi, intorno alle 14, all’Apparita, zona collinare sopra l’Antico Spedale del Bigallo, per domare le fiamme che nel frattempo avevano distrutto una baracca e circa 600 metri quadrati di oliveta. L’intervento tempestivo e in forze (2 mezzi dei Vigili del fuoco, 4 della Vab con 8 volontari) ha evitato che le fiamme si propagassero. Poco dopo due ore dall’allarme l’incendio era domato. Il proprietario del terreno che aveva acceso il falò, ignorando il divieto che la Regione Toscana ha esteso fino al 10 ottobre, è stato denunciato.

Il sindaco Casini ha voluto ringraziare i volontari della Vab sulla sua pagina Facebook: “Voglio ringraziarli di cuore per la prontezza e lo spirito di sacrificio con cui rispondono sempre quando c’è da difendere il nostro territorio. Una buona parte di loro pochi giorni fa era presente anche sopra le montagne di Calci, distrutte dal terribile incendio. Colgo l’occasione per ricordare a tutti che la Regione ha esteso fino al 10 ottobre il divieto di abbruciamenti e di accendere fuochi. Occorre prestare attenzione e avere buon senso perché la vegetazione è ancora secca e il vento di questi giorni favorisce la propagazione delle fiamme”.

Rispondi