Cimitero di San Martino, partono i lavori per la sistemazione. Interventi anche a Quarto, San Romolo, Quarate

Conto alla rovescia per la riqualificazione del cimitero di San Martino ai Cipressi, il principale di Grassina. Tra pochi giorni si apriranno i cantieri per la sistemazione dell’area a partire dalle coperture crollate, con un investimento complessivo da parte del Comune di Bagno a Ripoli di quasi 250mila euro.

Il primo lotto dell’intervento, per un importo di circa 95mila euro e circa cinque mesi stimati di lavoro, servirà al rifacimento di alcune porzioni della copertura nella parte storica precedentemente crollate e al conseguente ripristino dell’agibilità degli spazi sottostanti. Saranno inoltre effettuati alcuni interventi necessari alla riapertura della zona di sepoltura al seminterrato, con il ripristino delle condizioni di sicurezza, compreso il recupero delle lapidi distaccate. In una seconda fase, i lavori saranno completati con la messa in sicurezza e il recupero dell’intera struttura cimiteriale, con un investimento ulteriore di 150mila euro.

“Dopo il passaggio del cimitero dalla Parrocchia al Comune, avvenuto lo scorso anno, si apre un’altra fase storica per questo luogo di sepoltura, importantissimo per la comunità di Grassina – dice il sindaco Francesco Casini -. Avevamo preso l’impegno con i cittadini e lo stiamo mantenendo, i ponteggi sono stati installati in questi giorni e a brevissimo partirà il cantiere. Prendersi cura dell’edilizia cimiteriale significa rispettare la dignità dei defunti, la loro memoria e gli stessi familiari che li ricordano, è un gesto di civiltà”.

Inoltre, in vista della celebrazioni di Ognissanti e dei Defunti del 1 e del 2 novembre, l’Amministrazione comunale sta effettuando un’attività puntuale di manutenzione ordinaria e straordinaria in tutti i cimiteri comunali: pulizia generale, sistemazione delle zone a verde mediante taglio erba, potature siepi e alberi alto fusto, rifioritura vialetti a ghiaia, pulizia da erbacce e muschio dei principali camminamenti.

Al cimitero di Quarto in particolare si è svolto il ripristino della pavimentazione adiacente ai sepolcreti, mediante smontaggio autobloccanti, il successivo riempimento dell’avvallamento fino al raggiungimento di una idonea quota a grezzo e rimontaggio pavimentazione; sono stati ripristinati la pavimentazione marciapiede di accesso ai loculi pianto terra, gli intonaci delle murature perimetrali interne ed esterne, con la successiva
imbiancatura della cappella interna al cimitero.

Al cimitero di San Romolo sono state rimurate cornici in simil-pietra di finitura dei marmi dei forni e sono stati ripristinati gli intonaci con la successiva imbiancatura muratura perimetrale esterna, su lato destro dell’edificio; restaurato il portoncino di ingresso alla cappella; ripristinate docce e pluviali dei nuovi forni.

Al cimitero di Quarate è stata realizzata una nuova rampa per l’abbattimento delle barriere architettoniche e per l’accesso carrabile sul vialetto centrale a servizio di tutto il campo di inumazione.

Si ricorda inoltre che a Bagno a Ripoli la raccolta differenziata viene effettuata anche nei cimiteri comunali, con contenitori specifici per raccolta di organico, multimateriale e carta. Un ulteriore modo per migliorare pulizia e manutenzione degli edifici cimiteriali.

Rispondi