Rifiuti, assemblea pubblica sul porta a porta a Balatro da dicembre. Prossime tappe: Ponte a Ema e Lappeggi

Speciale “Porta a porta”, adesso tocca a Balatro: incontro pubblico col sindaco e la giunta. No, la piccola frazione a sud dell’Antella non sarà protagonista del programma di Vespa su Rai 1 ma, più semplicemente, di una cambio nella raccolta rifiuti. Come anticipato da QuiAntella (vedi articolo) il metodo di raccolta dei rifiuti casa per casa si allarga a Balatro e Belmonte.

Da lunedì 3 dicembre il nuovo servizio coinvolgerà i cittadini residenti in via di Belmonte, via di Balatro, via di Croce a Balatro, inizio via di Picille, via Don Milani e via Pulicciano (zona Croce a Balatro). Si tratta in totale di 453 nuove utenze di cui 446 domestiche e 7 non domestiche. Per illustrare ai cittadini il funzionamento del nuovo servizio, l’Amministrazione comunale ha organizzato un’assemblea pubblica in programma giovedì 15 novembre alle 21 alla Casa del popolo di Balatro. Presenti il sindaco Francesco Casini e l’assessore all’ambiente Enrico Minelli. Con l’attivazione del “porta a porta” nella zona di Balatro, il servizio coinvolgerà in totale oltre 6.500 nuclei familiari su tutto il territorio comunale. Il “porta a porta” è già attivo da tempo negli abitati di Grassina, Antella, Ponte a Niccheri, Osteria Nuova, La Fonte, Croce a Varliano, Rimaggio, Candeli.

“Con l’introduzione del ‘porta a porta’ a Baltro il servizio copre completamente l’intero circondario di Grassina e Antella – dicono Casini e Minelli -. Sono stati gli stessi cittadini a chiedere con forza di adottare questo sistema di conferimento dei rifiuti dicendo addio ai cassonetti. Non è stato difficile dire di sì, crediamo nel ‘porta a porta’ come buona pratica ambientale in grado di aumentare la differenziata e diminuire gli abbandoni dei rifiuti, fenomeno ben noto purtroppo a Balatro. Tassello dopo tassello, nostro obiettivo è estendere la raccolta ‘casa per casa’ a tutto il territorio comunale. Possiamo anticipare che il prossimo anno, approderà anche a Ponte a Ema e a Bagno a Ripoli e in altre aree collinari come Lappeggi”.

Durante l’ultima settimana di novembre Alia spa, la partecipata incaricata del servizio di raccolta, consegnerà gratuitamente ad ogni utente il calendario dei conferimenti (che sarà lo stesso vigente nel resto del territorio) e materiale esplicativo, un bidoncino marrone per raccogliere l’organico (che andrà esposto il giorno del ritiro fuori dalla propria abitazione e poi riportato in casa dopo il passaggio di Alia), una borsa di tela verde per il deposito del vetro, una scorta di sacchi azzurri per la raccolta e il conferimento del multimateriale e una scorta di sacchi gialli per la raccolta e il conferimento della carta e del cartone. I cittadini che non ricevessero il materiale potranno contattare il call center di Alia (800888333 da fisso o 199105105 da mobile) o rivolgersi agli uffici comunali (ambiente@comune.bagno-a-ripoli.fi.it; 055.6390235).

Rispondi