Panchine rosse a Bagno a Ripoli, Antella e Grassina contro la violenza sulle donne: “Sedetevi e fatevi un selfie di solidarietà”

Spettacoli teatrali, flash mob e panchine collocate nelle piazze principali del territorio. Sono molte le iniziative in programma a Bagno a Ripoli in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne di domenica 25 novembre. Il colore rosso, simbolo della lotta alla violenza di genere e ai femminicidi, sarà il protagonista indiscusso. A partire dalle panchine rosse che l’amministrazione comunale installerà in piazza della Pace nel capoluogo, in prossimità del Teatro comunale di Antella e in piazza Umberto I a Grassina. Una iniziativa che raccoglie l’appello lanciato dagli Stati generali delle Donne alle istituzioni, alle associazioni, alle imprese e alle scuole a collocare in ogni comune una panchina rossa come monito contro la violenza e in favore di una cultura di parità e rispetto.

“Saranno veri e propri ‘monumenti’ civili – spiegano il sindaco Francesco Casini e l’assessora ai diritti e alla legalità Francesca Cellini –, il simbolo dell’impegno dell’Amministrazione comunale nel ripudiare ogni forma di violenza e in particolare quella contro le donne. Sedersi su queste panchine significherà essere idealmente al fianco delle vittime, ma la vera battaglia contro la violenza deve essere quotidiana, un corpo a corpo costante contro i piccoli grandi pregiudizi, l’inciviltà delle persone, la disparità di genere. In questi anni con la Commissione pace abbiamo promosso e continueremo a promuovere numerose iniziative nelle scuole contro la violenza, siamo convinti che vada gettato proprio lì il primo seme per combattere l’indifferenza e creare cittadini consapevoli e responsabili”.

La panchina in piazza della Pace, collocata accanto alla targa in ricordo delle vittime di violenza installata dall’amministrazione comunale nel maggio scorso, sarà inaugurata sabato 24 novembre dal sindaco Casini e dall’assessora Cellini alle ore 11.00. “Invitiamo tutti a sedersi sulle panchine, donne e uomini, soli o in gruppo, a farsi un selfie per testimoniare la propria solidarietà e di inviarlo entro la fine dell’anno alla Commissione pace – spiega la presidente Susanna Agostini -. Gli scatti andranno a comporre un poster contro la violenza di genere che sarà presentato e distribuito a marzo per ribadire la continuità dell’impegno collettivo per il necessario cambiamento culturale della comunità”.

La panchina in piazza Umberto I invece sarà inaugurata domenica alle 11.45 in occasione del flash mob contro la violenza organizzato dal Centro commerciale naturale “Grassina e le sue botteghe”. L’iniziativa, che ripropone nel titolo la celebre frase di Gandhi “La non violenza è l’anima dei forti”, è aperta a tutti e a chi vorrà aderire è richiesto di portare o indossare indumenti o un accessorio di colore rosso. Presenti i ballerini dell’Associazione Polisportiva Dilettantistica Gruppo Sport e Cultura che si esibiranno in una performance di Z latin diretta dall’insegnante Simone Baglioni.

Il pomeriggio invece appuntamento all’Antella, dove la panchina rossa sarà inaugurata intorno alle 16.30 prima dell’iniziativa contro la violenza sulle donne organizzato dal Comitato Vivere all’Antella in programma al Teatro comunale alle 16.45. L’iniziativa, dal titolo “Aiuto, tutela e misure repressive”, ricorrendo alla formula del talk show farà il punto sui reati alla persona – dallo stalking al femminicidio – e sulle misure di prevenzione e contrasto. Sul palco, moderati dal giornalista Francesco Matteini, saliranno la dottoressa Paola Palasciano, consigliere della seconda sezione penale della Corte d’Appello di Firenze, l’ avvocato Lorenzo Zilletti, il comandante della compagnia Carabinieri Oltrano capitano Andrea Centrella,il maresciallo dei Carabinieri di Grassina Antonio Esposito. Seguirà dibattito. L’ingresso è a offerta libera.

In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne saranno inoltre illuminati di rosso il palazzo comunale e piazza Peruzzi all’Antella.

Rispondi