Lavori terza corsia: un sottopasso chiude e un altro riapre

Il sottopasso autostradale che sbuca in via Pertini

Scambi di situazioni per due sottopassi autostradali interessati dai lavori della terza corsia. Nella prossima settimana dovrebbe chiudere al transito il piccolo sottopasso all’altezza di via Pertini, all’inizio della zona artigianale dell’Antella, mentre ai primi di dicembre dovrebbe riaprire il sottopasso di via di Vacciano, dopo due mesi di lavori e di disagi per gli abitanti della zona costretti ad un lungo giro per raggiungere le proprie abitazioni. L’elemento di incertezza sulla data di riapertura è costituito dalle condizioni meteo.

Il sottopasso di via di Vacciano che sarà riaperto ai primi di dicembre

Nei dintorni del sottopasso che sbuca in via Pertini da alcuni giorni sono stati messi cartelli che ne annunciavano la chiusura dal 20 novembre, ma il cronoprogramma di Pavimental (l’impresa che sta costruendo la terza corsia) è mutato e i tempi sono slittati (ma i cartelli sono rimasti al loro posto). La prossima settimana, però, dovrebbe essere quella decisiva. Inizieranno i lavori di adeguamento del sottopasso che comportano anche la chiusura del fosso a cielo aperto che scorre su un lato per aumentare la larghezza della carreggiata.

Una volta terminati i lavori (si prevedono alcuni mesi ma i termini non sono stati ancora comunicati) è da lì che sbucheranno le auto degli abitanti delle case sulla collina di via Romanelli, perché il relativo cavalcavia sarà demolito e ricostruito in un secondo tempo sul tetto della galleria artificiale dell’Antella. Con il sottopasso chiuso, chi abita nelle case a monte dell’autostrada sarà collegato “al resto del mondo” mediante una strada provvisoria, che Pavimental sta allestendo in queste ore. Il tracciato corre parallelo all’autostrada fino a Villa Pedriali per poi riallacciarsi alla strada che porta al cavalcavia (destinato ad essere definitivamente eliminato a lavori conclusi) e si immette su via dell’Antella all’altezza del grande portale in legno.

 

Rispondi