Il “De rerum natura” di Lucrezio in scena al Teatro comunale di Antella

L’attore e regista Riccardo Massai, direttore del Teatro comunale di Antella

L’ultimo appuntamento del 2018 al Teatro Comunale di Antella è in programma per domani, venerdì 21, e sabato 22 dicembre alle ore 21, con il ciclo “I Capolavori”, quest’anno incentrato sull’opera “De rerum natura” di Lucrezio (ingresso euro 10, ridotto euro 7). Sul palco del Teatro Comunale di Antella sarà protagonista lo stesso regista dell’opera e ideatore della messa in scena, Riccardo Massai. Parlando della sfida che si è posto, nell’affrontare un’idea di allestimento mai realizzata da Luca Ronconi (di cui è stato allievo e assistente), Massai afferma: «Il progetto è ambizioso e ardito, come tutte le idee di Ronconi, e per questo, nella presente stagione, affrontiamo il capolavoro di Lucrezio nel mio “piccolo” teatro, per saggiare le difficoltà e scandagliare il poema meraviglioso: Lucrezio crea l’universo e lo analizza con rigore scientifico dalle sue profondità microscopiche fino alle sue infinite grandezze, ponendo al centro l’uomo e facendosi portavoce di verità che ancora oggi destano incredulità per quanto hanno saputo anticipare di vero».

Il terzo libro, che verrà rappresentato domani e sabato, evidenzia la differenza fra animo razionale (la mente) e anima irrazionale (principio vitale), affermando che l’intreccio dell’anima con il corpo origina la vita. Successivamente pone l’accento sulla disgregazione del corpo che implica la decomposizione dell’anima, rendendo inutile la paura della morte e dell’oltretomba. Concetti fortemente attuali per un appuntamento imperdibile in una serata che coniuga letteratura, cultura, arte e scienza.

Rispondi