“Favole per Irene”, un libro scritto col cuore e illustrato con genialità

Enrico e Filippo Zoi mostrano il libro “Favole per Irene”

“Un libro scritto col cuore, un libro che ha un’anima”, così la giornalista Manuela Plastina, cha ha brillantemente condotto il dibattito, ha definito “Favole per Irene”, lavoro a quattro mani di Enrico e Filippo Zoi, presentato ieri pomeriggio alla Biblioteca comunale di Ponte a Niccheri.

Il libro raccoglie alcune storielle inventate da babbo Enrico per la figlia Irene (in collegamento Skype da Amburgo dove sta svolgendo un dottorato di ricerca) quando era piccola. E quelle storie hanno ispirato il fratello di Irene, Filippo, per le illustrazioni; dove i bizzarri personaggi, dallo zampaglione giallo alla strega Buggerona, prodotti dalla fantasia di Enrico, prendono forma e, soprattutto, colore.

Filippo è un giovane adulto che rientra nello spettro autistico, e mostra dalle grandi doti artistiche. Tutto il ricavato dalla vendita del libro andrà all’Associazione sindromi autistiche onlus, ieri rappresentata dal suo presidente, lo psicologo e psicoterapeuta Patrizio Battistini. Presenti anche il sindaco Francesco Casini, l’assessora alla cultura Annalisa Massari, l’editore Antonio Pagliai.

A vivacizzare e incuriosire il pubblico ha pensato l’attore Massimo Blaco con la lettura (solo parziale) di alcune delle storie fantastiche raccolte nel libro.

Rispondi