L’eclettico David Riondino sul palco del Teatro dell’Antella

La stagione del Teatro Comunale di Antella propone un nuovo appuntamento con “Sei brillanti quando il teatro fa furore”, la rassegna sulla storia del teatro ideata e curata dal giornalista e critico Roberto Incerti. Una serata all’insegna della musica e del teatro con ospite d’eccezione l’attore, autore e cantautore David Riondino che, dopo il successo della serata con protagonista Carlo Conti, domani, venerdì 8 febbraio alle 21 (ingresso 3 euro) salirà sul palco per raccontare la molteplicità della sua arte che “in una perfetta commistione tra musica, scrittura e disegno” ne ha fatto il suo marchio di fabbrica. 

Riondino, che nella sua carriera ha collaborato con numerosi artisti come Paolo Rossi, Giuseppe Bertolucci, Sabina Guzzanti, Sandro Lombardi, Enrico Rava, Stefano Bollani, Marco Tullio Giordana, Gabriele Salvatores, solo per citarne alcuni, è stato anche bibliotecario per ben dieci anni alla Biblioteca Nazionale, poi artista poliedrico nei maggiori teatri italiani.

Negli anni Settanta inizia la sua attività come cantautore pubblicando dischi e componendo canzoni, per debuttare al teatro Zelig di Milano nelle vesti di attore. Attinge alle varie discipline artistiche, divenendo scrittore, interprete, regista cinematografico e partecipando a diverse trasmissioni televisive come “A tutto volume” con Daria Bignardi e il “Maurizio Costanzo Show”, con l’invenzione del personaggio che più gli darà popolarità: Joao Mesquinho. 

Nel 1995 si ricorda come concorrente, insieme all’allora compagna Sabina Guzzanti, di Sanremo con la canzone “Troppo sole”, scritta durante la stesura della sceneggiatura dell’omonimo film con la regia di Giuseppe Bertolucci. Per info e prenotazioni: www.archetipoac.it e 055621894.

Rispondi