Il “De rerum natura” visto dal geologo Mario Tozzi e dall’attore Gianluigi Tosto al Teatro comunale di Antella

Il geologo Mario Tozzi

Domani, venerdì 22, e sabato 23 febbraio al Teatro Comunale di Antella ultimi appuntamenti di febbraio con il “De rerum natura” di Lucrezio, progetto voluto dal direttore artistico Riccardo Massai per diffondere “I Capolavori” della cultura a teatro, questa volta con ospiti d’eccezione come il geologo Mario Tozzi e l’attore Gianluigi Tosto.

L’attore Gianluigi Tosto

Volto noto della tv per i suoi interventi all’interno di programmi come Geo&Geo e Atlantide, Mario Tozzi domani alle 18.30 mostrerà in “Speciale Lucrezio” una prospettiva scientifica del capolavoro, a partire da come l’oggetto Terra è stato indagato dagli antichi ellenisti fino a Lucrezio (ingresso 10 euro, ridotto 7). A seguire, ultime due letture dell’opera affidate all’attore Gianluigi Tosto che domani e sabato alle 21 darà voce alle pagine di Lucrezio e al quinto libro dedicato alla Terra e alla creazione: è in queste pagine infatti che Lucrezio spiega come si sono generati il Sole, la Luna, la Terra e infine tutte le forme di vita vegetale e animale, sino alla nascita dell’essere umano con la conseguente organizzazione della società.

L’uomo muove i primi passi dando origine al linguaggio, alla religione, sino alla scoperta dell’arte. Il regista Riccardo Massai afferma di aver preteso, con grande risultato, un particolare impegno dall’attore durante le prove: «Ho richiesto a Tosto un lavoro veramente complesso, che partisse da una pratica interna all’attore, al fine di scardinare il suo metodo artistico. Volevo che realizzasse una nuova creazione attraverso l’uso della parola affinché con il verso venisse sprigionata l’intera forza generativa, come lo stesso Lucrezio descrive nel quinto libro» (ingresso 10 euro, 7 ridotto).

Rispondi