Più parcheggi e meno velocità: le richieste degli abitanti di Croce a Varliano e La Fonte al sindaco Casini

I parcheggi che scarseggiano e la pericolosità di via Roma a causa della velocità con cui viene percorsa dagli automobilisti. Sono questi i problemi principali esposti dagli abitanti di Croce a Varliano e della Fonte, che ieri pomeriggio (marcoledì 20 febbraio) hanno partecipato all’incontro col sindaco Casini nella sala cinema della Sms Gustavo Modena. Problematico risolvere entrambi. Oltre ai pochi posti auto nella piazza di Croce e al parcheggio di Meoste, altre aree in zona da adibira alla sosta non ve ne sono. Un parcheggio sotterraneo sotto la piazza di Croce? E’ un’ipotesi che può essere studiata – ha detto il sindaco – facendo capire, però, che si tratterebbe di un intervento complesso e, certamente, non imminente.

L’incrocio tra via Roma e via del Carota all’Arco del Camicia

Anche limitare la velocità su via Roma, nell’impossibilità per legge di installare dei rallentatori, non è semplice. Chi abita nelle case lungo la strada rischia l’incolumità ogni volta che mette fuori il naso e le dimensioni della carreggiata non permettono la realizzazione di marciapiedi. Il sindaco ha però annunciato che farà studiare la possibilità di creare un camminamento pedonale interno che colleghi via Giussani a via del Carota.

E proprio l’incrocio tra via Roma e via del Carota, all’Arco del Camicia, è stato al centro del dibattito per la pericolosità (“Ci sono spesso incidenti” è stato detto). Per favorire chi si immette da via del Carota sulla strada principale è statata chiesta l’uinstallazione di uno specchio (“Si può fare”) e lo spostamento della cassetta delle poste che copre la visuale (“Anche questo è possibile”). La pericolosità dell’incrocio potrà essere segnalata da lampeggianti e catarifrangenti.

IL sindaco Casini con gli assessori Massari, Frezzi e Cellini

Tutti contenti della raccolta rifiuti porta a porta, da poco inaugurata nella zona. Unico problema il vento che, all’Arco del Camicia, forma mulinelli che spingono i sacchi con i rifiuti e perfino i mastellini in mezzo alla strada. Soluzione da trovare in collaborazione con Alia.

Infine due richieste che il sindaco ha accolto: spostare il palo della luce che c’è in mezzo al giadino in piazza di Croce, sul quale i bambini più piccoli tendono a sbattere correndo. Va quanto meno protetto con imbottitura o, meglio ancora, spostato. Infine il tema furti, presente ognidove. I cittadini hanno chiesto una telecamera nella piazza di Croce: sarà installata prossimamente – ha assicurato il sindaco – con il piano di potenziamento del sistema di videosorveglianza che porterà dalle attuali 24 a 30 le telecamere presenti sul territorio.

Rispondi