Appello del Comune: cercasi due case in affitto per disabili assistiti dalla Fondazione Nuovi Giorni

Cercasi due case in affitto con tre camere e due bagni ciascuna, al piano terra o con ascensore. Potrebbe essere un annuncio immobiliare come ce ne sono tanti. Invece dietro la ricerca di due appartamenti, in questo caso c’è la storia di dieci ragazzi ripolesi con disabilità che vogliono “staccarsi” gradualmente dal nucleo familiare e costruirsi un percorso di vita all’insegna dell’autonomia (abitativa e non solo). A farsi interprete della loro ricerca è la Fondazione Nuovi Giorni, la onlus fondata dai quattordici Comuni della Zona socio-sanitaria a sud est di Firenze di cui Bagno a Ripoli è capofila, che da anni, in accordo con le famiglie, supporta le persone con disabilità fisica, psichica e sensoriale a vivere in autonomia.

E l’appello viene oggi rilanciato dall’amministrazione ripolese, che crede convintamente nel progetto. “Mi rivolgo a tutti i cittadini che dispongono di un appartamento in affitto sul nostro territorio – dice il sindaco Francesco Casini -. Avete l’occasione di avere degli inquilini davvero speciali e consentire a dieci giovani concittadini di fare l’esperienza forse più importante della loro vita”.

I ragazzi a caccia delle case in affitto sono seguiti (cinque ciascuno) dall’associazione Orizzonti e dalla Fratellanza popolare di Grassina. Entrambi gli appartamenti che ricercano dovrebbero essere situati al piano terra oppure dotati di ascensore, dovrebbero avere almeno tre camere e due bagni. Per quanto riguarda la zona, i ragazzi che fanno capo alla Fratellanza popolare non richiedono una località in particolare sul territorio comunale purché l’appartamento si trovi all’interno di un centro abitato. Mentre Orizzonti, richiede la zona di Grassina, dove sono di stanza gli operatori e i volontari che curano l’esperienza abitativa.

“Siamo certi – dice la presidente della Fondazione Nuovi Giorni Ida Beneforti – che qualcuno prenderà a cuore questa vicenda. Si tratta di un’esperienza formativa importantissima per dieci ragazzi che vivendo da soli potranno costruirsi una vita in autonomia, fatta anche di piccole cose e attenzioni quotidiane come quelle richieste dalla cura di una casa e dalle faccende domestiche”.

Sono già centinaia i giovani con disabilità che grazie alla Fondazione Nuovi Giorni hanno potuto avviare percorsi di inserimento abitativo autonomo nell’area a sud est di Firenze. La onlus, in accordo con le famiglie, organizza esperienze residenziali che variano dal semplice fine settimana a qualche mese, durante le quali i ragazzi con disabilità, assistiti da educatori specializzati, possono trovare, ognuno con i propri tempi, la realizzazione della propria autonomia creando solide basi di un futuro autonomo.

Per ulteriori informazioni e per proporre un appartamento in affitto, è possibile contattare la Fondazione Nuovi Giorni ai numeri 3311326876 – 328.4460876 –info@fondazionenuovigiorni.org.

Rispondi