Rischio incendi: bruciano sterpaglie nonostante il divieto, 2.000 euro di multa

Il falò di sterpaglie e potature, fatto in violazione del divieto stabilito dalla Regione fino al 31 marzo, è costato caro a due ripolesi. La Polizia municipale di Bagno a Ripoli ha elevato nei loro confronti una multa da 2.000 euro, come prescrive la legge. E’ accaduto stamani, martecì 25 marzo, nelle zone di Rosano e del Bigallo.

In questi giorni, a causa della grande siccità, la Regione Toscana ha diramato un “divieto assoluto di abbruciamenti” valido fino al 31 marzo, per evitare il rischio di incendi. Ma i due multati hanno pensato di ignorare sia il divieto che il buon senso, vista la giornata particolarmente ventosa. Fortunatamente gli agenti della Polizia municipale, avvertiti da alcuni cittadini, sono arrivati sul posto prima che le fiamme potessero propagarsi e le hanno spente senza neanche dover chiedere l’intervento dei vigili del fuoco.

Rispondi