Novità tassa rifiuti: corretti gli errori nel regolamento, sconti più “facili”, campagna di informazione sulla stazione ecologica

Ricordate gli errori e le imprecisioni nel regolamento per avere gli sconti sulla tassa rifiuti, evidenziati nell’articolo che ho pubblicato qualche giorno fa? Bene, il Comune ne ha ammesso l’esistenza  è provvederà a correggerli. Ma l’assessore all’ambiente Enrico Minelli vuole andare oltre e lancia una campagna di informazione con l’obiettivo di far crescere la coscienza ambientale dei cittadini e migliorare il trend della raccolta differenziata, soprattutto attraverso l’uso della stazione ecologica di via di Campigliano. Più pubblicità e più premialità i due filoni dell’iniziativa. Vediamo per punti le novità in preparazione.

Le correzioni – Il testo del regolamento sugli sconti faceva riferimento ad un “misterioso” coefficiente Kp che non compariva nella tabella con le varie tipologie di rifiuto. Come avevo ipotizzato, andava indicato dove si evidenzia il punteggio che dà ogni rifiuto. Si provvederà ad indicarlo chiaramente, così come varrà indicato che i punti si riferiscono ad un chilo di ogni tipo di rifiuto. Sarà corretto l’errore nell’esempio proposto dal regolamento (era sbagliato il coefficiente attribuito al vetro).

I punteggi – Il regolamento sarà rivisto anche per quanto riguarda i punteggi da raggiungere per ottenere lo sconto in bolletta. Attualmente è prevista una riduzione del 20% della parte variabile della Tari (vedremo poi qual è questa parte variabile) se si raggiungono 150 punti, del 30% con 200 punti. Ma se si prova a fare un calcolo di massima di quali e quanti rifiuti speciali una famiglia può conferire alla stazione ecologica, si capisce che quei punteggi sono praticamente inarrivabili. “Mi impegno ad abbassare i punteggi – promette l’assessore Minelli – ed anche a rivedere i parametri legati al numero di componenti il nucleo familiare. Stiamo studiando il problema con l’ufficio tributi. Deve essere chiaro che facilitare lo sconto per chi più ricicla, significa far ricadere un maggior costo su chi non lo fa. I conti devono restare in pareggio”.

Comunicazione – E’ in preparazione una campagna per pubblicizzare la stazione ecologica, della quale ancora molti cittadini di Bagno a Ripoli ignorano esistenza e funzioni. C’è l’ipotesi di premiare ogni anno il cittadino che ha conferito la maggior quantità di rifiuti alla stazione ecologica. Una sorta di riconoscimento al “riciclone speciale”. Per studiare modalità e tempi della campagna l’assessore Minelli si avvarrà della collaborazione di due giovani consiglieri comunali del Pd: Leonardo Bongi e Elisa Lo Iacono.

Fissa e variabile – Il regolamento dello sconto fa riferimento alla “parte variabile” della bolletta Tari. Cioè quella legata al numero dei componenti del nucleo familiare. La parte fissa è invece relativa alla superficie dei locali occupati.

Per chiarezza riporto la tabella con i valori in atto per calcolare la tassa:

 

 

Nucleo familiare Parte variabile Parte fissa
1 persona 80,39 euro 1,01 euro a mq.
2 persone 144,71 euro 1,10 euro a mq.
3 persone 184,91 euro 1,20 euro a mq.
4 persone 241,18 euro 1,29 euro a mq.
5 persone 289,42 euro 1,37 euro a mq.
6+persone 329,62 euro 1,44 euro a mq.

 

Qualche dato – Nel 2013 la stazione ecologica di Campigliano ha registrato 9.704, utenti che hanno conferito 483 tonnellate di rifiuti. Nei primi 8 mesi del 2014 gli utenti sono stati 8.431 e i rifiuti conferiti 455 tonnellate. Un trend in crescita, quindi.

(15 novembre 2014)

Rispondi