Antella show per 5 giorni a giugno Pasquetta con la ruzzolata dell’uovo

Prendete l’agenda è appuntatevi queste date: dal 10 al 14 giugno. Cinque giorni di Antella show, una festa del paese costellata di appuntamenti organizzati dal Comitato vivere all’Antella. Il programma di massima è pronto, anche se ancora soggetto ad aggiustamenti e integrazioni. I luoghi in cui si snoderà la festa sono piazza Peruzzi, cuore del paese, dove sarà montato un grande palco, i giardini della Resistenza, i campi del Tennis Antella e quelli dell’Antella99 calcio e del Baseball. Ogni sera uno spettacolo diverso e durante il giorno una serie di eventi.

Spettacolo – Previste: serata con alcuni dei partecipanti alle varie edizioni di Notte di note; concerto jazz; serata disco; esibizione di ballo.

Sport – Saranno organizzati: corsa campestre con percorsi per “atleti”, bambini e passeggiata per i più pigri; torneo di calcetto; esibizione di arti marziali; esibizione di tennis.

Sociale – In collaborazione con l’Ente protezione ci sarà una sfilata di cani abbandonati in cerca di qualcuno desideroso di adottarli; guardie zoologiche illustreranno le normative che riguardano gli animali ed un veterinario darà consigli utili; previsto un dibattito sul ruolo dell’ospedale di Santa Maria Annunziata alla luce del progetto del nuovo pronto soccorso che tarda ad essere realizzato.

Durante i cinque giorni sarà allestita una mostra fotografica ispirata all’Antella e ai suoi personaggi, attraverso gli scatti di Domitilla Prato.

Gran finale domenica 14 giugno con una cena in piazza Peruzzi.

Stabilito anche il programma per il giorno di Pasquetta, lunedì 6 aprile. La mattina ai giardini della Resistenza sarà in funzione un laboratorio per la decorazione delle uova di Pasqua; all’ora di pranzo sarà allestito un pic nic. Pomeriggio dedicato al recupero di un’antica tradizione: la ruzzolata dell’uovo. Il luogo  prescelto è il Poggino che si trova in via della Rimaggina lungo il versante che sale verso Balatro.

1 Commento

  1. Come osi definire la ” passeggiata per i più pigri”.
    Stai denigrando la bellezza della lentezza,di cui io sono uno dei massimi esponenti.
    Chi passeggerà,al contrario di voi atleti, ammirerà con calma, i particolari della nostra meravigliosa campagna.
    I nostri vecchi saggi ci hanno insegnato che chi va piano va sano e va lontano, soprattutto senza scricchiolii alle giunture.
    Buona campestre “atleta”.

Rispondi