Tre monumenti di Bagno a Ripoli nell’obbiettivo dei fotografi per Wiki Loves Monuments

S._caterina_all'antella,_int._01Il Comune di Bagno a Ripoli aderisce a Wiki Loves Monuments Italia 2016. Nell’obbiettivo dei fotografi: Oratorio di Santa Caterina (nella foto), Fonte della Fata Morgana e Antico Spedale del Bigallo. 

Si rinnova per la quinta volta l’appuntamento con Wiki Loves Monuments Italia: il Comune di Bagno a Ripoli ha aderito al concorso fotografico, promosso da Wikimedia Italia, che si tiene dal 1° al 30 settembre 2016. L’iniziativa ha come scopo la creazione di un grande database fotografico online che possa catalogare i monumenti italiani, anche i meno noti, contribuendo a illustrare voci nuove su Wikipedia.
Anche nel 2016 Wiki Loves Monuments riparte con solide basi ed importanti collaborazioni, come quella con Fiaf (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche), che nell’ultima edizione ha coinvolto importanti fotografi professionisti nella fase finale di selezione delle foto. 
L’edizione 2015 ha confermato il grande successo dell’iniziativa in Italia: quasi 1.000 fotografi impegnati a fotografare oltre 5.000 monumenti fanno del concorso italiano quello con il maggior numero di partecipanti a livello globale. 
In Italia l’uso delle fotografie dei monumenti è regolato dal cosiddetto “Codice Urbani” (Decreto Legislativo 42/2004) e dal successivo “Art Bonus” (Decreto Legge 31 maggio 2014, n.83): queste norme non permettono di fotografare i monumenti (comunque tutti fuori copyright) e ri-licenziarle con licenza d’uso Creative Commons CC-BY-SA senza una precisa autorizzazione da parte degli enti pubblici territoriali che abbiano in consegna tali beni o dei privati che ne siano proprietari. Per partecipare a Wiki Loves Monuments Italia è, quindi, necessario l’appoggio e il coinvolgimento diretto degli enti pubblici e dei privati, che devono rilasciare l’autorizzazione all’uso delle immagini.
“Il Comune di Bagno a Ripoli – hanno dichiarato il sindaco Francesco Casini e l’assessora alla cultura Annalisa Massari – ha deciso di collaborare con grande entusiasmo a questa iniziativa che permette di valorizzare il patrimonio culturale italiano, autorizzando cittadini e turisti a fotografare e condividere le immagini dei seguenti monumenti: Oratorio di Santa Caterina, Fonte della Fata Morgana e Antico Spedale del Bigallo. La rete, la partecipazione attiva dei cittadini, la coscienza della propria realtà territoriale e il saperla interpretare sono tutti ingredienti che, se ben fusi e valorizzati, possono davvero contribuire in maniera determinante alla promozione e alla conoscenza del patrimonio culturale di una comunità. Da qui la nostra adesione a Wiki Loves Monuments Italia e il caloroso invito a partecipare”.
Info: http://wikilovesmonuments.wikimedia.it

Rispondi