Cinquemila euro di mensa scolastica non pagata

mensaNon tutti pagano regolarmente la mensa scolastica dei figli. La morosità nell’ultimo anno scolastico è costata alla comunità di Bagno a Ripoli quasi 5mila euro.

La Siaf, la ditta che fornisce il servizio di refezione per le scuole e i nidi del Comune di Bagno a Ripoli, dopo aver inviato i solleciti, ha fatturato al Comune insoluti per un importo complessivo di 4.872,56 euro relativi all’anno scolastico 2015/2016.

Nel periodo gennaio/luglio 2016 la maggiore spesa è stata di 3.645,31 euro (Iva compresa), che gli uffici del Comune provvederanno a liquidare entro il prossimo ottobre. E’ comunque andata meglio dello scorso anno scolastico 2014/2015 quando l’ammontare degli insoluti per il pagamento della mensa fu di 13.248,30 euro.

Rispondi