Gli uffici del Comune per dichiarare l’assenso alla donazione degli organi funzionano a metà

donaDa ieri, lunedì 17 ottobre, è possibile esprimere la propria volontà sulla donazione di organi firmando una dichiarazione negli uffici del Comune di Bagno a Ripoli. In realtà il nuovo servizio, per ora, funziona solo a metà. Le possibilità offerte sono due: chi deve fare o rinnovare la carta d’identità, deve rivolgersi all’Ufficio anagrafe; chi ha il documento valido è vuole solo firmare la dichiarazione, può rivolgersi anche all’Urp (Ufficio relazioni col pubblico).  

Oggi ho fatto la prova in prima persona. Carta d’identità valida alla mano, mi sono messo in coda (un paio di persone) al banco dell’Urp. Dopo un’attesa di una decina di minuti è arrivato il mio turno e ho chiesto di poter fare la dichiarazione di assenso alla donazione degli organi. “Mi dispiace ma non ci hanno ancora abilitato – è stata la risposta – Deve andare all’Ufficio anagrafe”. Così ho fatto è la procedura è andata a buon fine. L’impiegata Paola Gennai, gentilissima e sempre sorridente (non è essenziale ma è un bel modo di accogliere gli utenti), ha confermato che in effetti i colleghi dell’Urp non hanno ancora la possibilità di operare, e in un attimo ha soddisfatto la mia richiesta. Quindi, almeno per ora, se volete rilasciare il vostro assenso alla donazione degli organi (una scelta di generosità e civiltà) andate direttamente all’Ufficio anagrafe. In attesa che il Comune faccia sapere quando il servizio sarà attivato completamente.

Rispondi