Sandy (Santina Di Mauro) rivive per una sera attraverso la sua musica e i suoi versi

img-20161019-wa0001

Santina Di Mauro

E’ stata una serata all’insegna della musica e della poesia: le due passioni di Santina Di Mauro, Sandy per gli amici e sul palcoscenico, scomparsa prematuramente nello scorso aprile (vedi articolo). Santina, dipendente comunale, per anni nella segreteria prima del sindaco Bartolini, poi dell’attuale Casini, aveva animo e talento d’artista. Ieri sera, al Teatro comunale di Antella, le sue canzoni e i suoi versi sono risuonati attraverso le voci dei cantautori Massimo Blaco e Tiziano Mazzoni e dell’attore Alessandro Calonaci, suoi cari amici.

A seguire la serata i parenti più stretti di Santina, la madre Filomena, il fratello Antonio, la sorella Mariella, i nipoti, e poi moltissimi colleghi di lavoro ed amici. Presenti anche l’ex sindaco Luciano Bartolini, l’attuale sindaco Francesco Casini, assessori e consiglieri comunali della precedente e dell’attuale Amministrazione comunale. Ma nessun discorso ufficiale, solo le note che Santina amava scrivere i le poesie alle quali affidava la sua espressività.

La manifestazione in suo ricordo, organizzata dal Comune e dall’associazione Libristi, si è conclusa con la proiezione di immagine degli spettacoli con Santina protagonista e sottofondo audio dei brani musicali che lei aveva scritto nel 2005 per la morte del sindaco Lastrucci. Ai familiari è stato consegnato un libretto con una raccolta di poesie di Santina, fatto stampare dai suoi amici. Il progetto che Sandy aveva accarezzato e che il destino le aveva strappato di mano ancor prima di poterlo realizzare.  

 

Rispondi