M5S attacca il sindaco Casini per le cene pro-Sì ma la Raggi registra addirittura uno spot per il No

a

Lo spot per il No di Virginia Raggi

Il Comitato referendario per il No e il Movimento 5 Stelle di Bagno a Ripoli attaccano il sindaco Casini. La colpa? Fare campagna per il Sì al referendum. Ecco la nota che hanno diffuso stasera (giovedì 20 ottobre): “Abbiamo appreso dalla stampa online vedi link: http://www.quiantella.it/2016/10/08/referendum-il-pd-ripolese-alle-prese-col-fuoco-amico-lancia-la-campagna-basta-un-si/ e da volantini recapitati nelle cassette postali dei cittadini di Bagno a Ripoli, che il Sindaco Francesco Casini  presenzierà a cene e incontri relativi alla sola campagna referendaria del Sì. Seppur legittimato a farlo, riteniamo questo atto inadatto e inopportuno  per chi la pensa diversamente e che egli comunque rappresenta in qualità di primo cittadino. Volevamo pertanto esprimere il nostro rammarico ed aggiungere che non sempre per essere migliori “basta un si” a volte è necessario un bel No. La verità è che in  questo Paese manca ancora una vera sensibilità istituzionale; e  dunque  non mancano  coloro che  non sanno  distinguere  tra ciò che è istituzionale e ciò che è soltanto  politico”.
Posizione forse eccessivamente rigorosa (i sindaci di tutti i partiti hanno sempre fatto campagna elettorale di parte), ma comunque rispettabile. Però si predica bene e si razzola male, come si usa dire. Perché se il sindaco Casini dovrebbe mantenersi equidistante mentre la sindaca di Roma Virginia Raggi può addirittura registrare per IlFattoTv (ormai un house organ dei grillini) uno spot per il No al referendum? Lei non rappresentata tutti i suoi concittadini, anche quelli per il Sì? Ecco qui il link per i malfidati: http://tv.ilfattoquotidiano.it/2016/10/14/referendum-costituzionale-lo-spot-di-virginia-raggi-no-al-sindaco-part-time-e-ai-giochi-di-palazzo/567548/
Allora, come la mettiamo con la coerenza? 

4 commenti

  1. Non conosco questo signor Matteini, che nella circostanza mi sembra un eccellente prodotto di quello “sport” nazionale che potremmo definire “bomba libera tutti”, ovvero ho compiuto un peccato ma ci sono peccatori peggiori di me. Congratulazioni per il sommo esempio di etica pubblica. Luigi Remaschi

    • Francesco Matteini

      Replica debolissima e imbarazzata. Significa che ho colto nel segno. Io non sostengo che un sindaco che si schiera fa peccato, lo sostiene il M5S, ma solo dove gli fa comodo. Per usare le sue parole: mi sembra un eccellente prodotto di quello “sport” nazionale che potremmo definire due pesi e due misure.

      • Posso vantare solo la qualifica di semplice cittadino di Bagno a Ripoli. Non ho tessere di partito, nè eccessive simpatie politiche. Credevo che fosse lecito potersi esprimere su questioni che toccano tale qualifica. Non so, nè mi interessa, quale fosse il “segno” che il signor Matteini voleva cogliere.
        Eccepisco anche su ardite affermazioni del tutto prive di accettabili fondamenti filologici ed etimologici, non potendo in alcun modo essere definita “replica” la mia espressione di pensiero. Prendo atto che il pulpito assomiglia molto alle mitiche curve di tifosi.
        Buona notte. Luigi Remaschi

Rispondi