Operaia e ladruncola in una ditta di Grassina: presa con in tasca i soldi della collega

Già da qualche tempo, all’interno dello spogliatoio di una ditta di pelletteria di Grassina, alcune operaie si erano lamentate di ammanchi di denaro dalle borse custodite nei loro armadietti. In particolare, una delle donne, stanca di subire i furti di denaro, all’ennesimo ammanco, si era rivolta al Comandante della stazione di Grassina che, oltre a farle sporgere una denuncia per avviare immediatamente le indagini, le consigliava, prima di entrare al lavoro, di fotografare con il suo telefonino le banconote contenute nel portafogli, così da poter consentire eventuali riscontri in caso di altri furti.

Puntualmente, ieri, proprio la donna che si era rivolta ai carabinieri, subiva un altro furto all’interno dello spogliatoio. In particolare, finito il turno di lavoro, la malcapitata operaia si accorgeva che dal suo borsellino era sparita una banconota da 50 euro. A quel punto non è rimasto che richiedere l’intervento dei carabinieri della stazione di Grassina, i quali, una volta arrivati nella ditta hanno incominciato a controllare tutte le persone presenti, concentrando poi i loro sospetti su un’operaia 42enne dell’azienda, trovata in possesso della banconota sottratta alla donna. Decisivo per sapere con certezza che quella rinvenuta era la stessa banconota asportata dal portafogli della persona offesa è risultato lo stratagemma escogitato dal comandante della stazione, maresciallo Andrea Esposito, di far fotografare i soldi. Per l’operaia scoperta, messa di fronte alle sue responsabilità, è scattata una denuncia per furto e potrebbe incorrere anche in conseguenze negative per il proprio lavoro.

 

Rispondi