Ataf ridisegna l’80% delle linee. E’ il momento di chiedere che 31 e 32 tornino in piazza Stazione

Comune di Firenze e Ataf stanno ridisegnando l’80 per cento delle linee degli autobus in vista dell’entrata in funzione delle linee 2 e 3 della tamvia. Il sistema del trasporto pubblico inizierà ad avere un’organicità dalla quale, al momento, restano escluse la zona di Firenze Sud e, di conseguneza, il Comune di Bagno a Ripoli.

In attesa che il tram chiamto desiderio arrivi al capolinea designato dietro il liceo Gobetti-Volta (previsione: tra otto anni) e che il Jumbo Bus ipotizzato dalla coppia Nardella-Casini lo sostituisca provvisioriamente (almeno tre anni), perché non rivedere i collegamenti Ataf con Antella, Grassina e Bagno a Ripoli?

Il sindaco Casini durante un “giro di ispezione”

E’ dai tempi della pedonalizzazione di piazza del Duomo che i tre centri del nostro comune hanno perso il collegamento diretto con la Stazione di Santa Maria Novella. Se ne può fare a meno e garantire ugualmente un buon servizio? Evidentemente no, dato che le tre linee della tramvia tutte lì arrivano. E allora quale miglior occasione della rivoluzione prossima ventura nei percorsi degli autobus sul territorio di Firenze e dintorni, per rivedere il “divieto d’accesso” alla stazione per 31, 32 e 8, le tre linee che servono il comune di Bagno a Ripoli.

L’assessore al traffico del Comune di Firenze, Giorgetti, ha iniziato venerdì scorso, primo settembre, a confrontarsi con i tecnici Ataf sulla ristrutturazione delle linee. Forse sarebbe il caso che il Comune di Bagno a Ripoli si inserisse in questa “trattativa” per verificare se si può migliorare il servizio Ataf dai nostri centri. Che sia carente lo testimonia chi quotidianamente usa l’autobus per recarsi in centro e lo ha ammesso di recente anche lo stesso sindaco Casini.

Magari non con tutte le corse giornaliere, ma 31 e 32 dovrebbero tornare ad affacciarsi in piazza stazione come un tempo e non fare il giro di boa in piazza San Marco. La pressione dell’opinione pubblica e anche quella politica devono farsi sentire. Se non ora, quando?

2 commenti

  1. Credo che in questa fase ci sono molte aspettative che però sono ancora lontane nel tempo, quello che ha fatto l’amministrazione per cercare di migliorare il servizio pubblico a Bagno a Ripoli non può essere non riconosciuto, tuttavia la linea 31 è 32 che tornino in piazza Stazione credo sia un’esigenza concreta che hai fatto bene a sottolineare.
    Per questo nel mio piccolo farò presente al Sindaco di lavorare su questa possibilità e fare di tutto per poterla attuare in questa fase di ristrutturazione. Un saluto Claudio

Rispondi