Lappeggi: il nuovo parcheggio dipende dal buon cuore della Città Metropolitana. Incontro col sindaco sui problemi della frazione

I grandi problemi della piccola frazione di Lappeggi sono, soprattutto, la mancanza di un parcheggio e la strada dissestata. Nell’incontro del ciclo “Dire, fare, condividere” con il sindaco Casini e la giunta, gli abitanti di Lappeggi si sono concentrati soprattutto su questi due temi. L’occasione di un faccia a faccia con il primo cittadino ha richiamato una discreta partecipazione nei locali del circolo. Non capita tutti i giorni di avere il sindaco a portata di voce. “Sindaco, scommetto che per arrivare qui hai dovuto inserire il navigatore”, ha detto ironico uno degli abitanti, a sottolineare come la frazione si senta un po’ abbandonata dall’Amministrazione comunale. Poi è iniziato il dibattito con problemi, proposte e proteste.

L’area che potrebbe essere destinata a nuovo parcheggio

Parcheggio – Le abitazioni di Lappeggi non sono molte, ma i posti auto sono ancora meno. Così, pare impossibile, prolifera il fenomeno del parcheggio selvaggio. Il sindaco non ha fatto promesse ma ha annunciato che nei prossimi giorni partirà una lettera per la Città Metropolitana, proprietaria delle aree intorno all’area parcheggio riservata al circolo, per verificare la possibilità di aquisire quei terreni da adibire a parcheggio pubblico una volta sistemati (occorrono circa 120mila euro). “Spero che la Città Metropolitana abbia un cuore e non punti a fare cassa nei rapporti con il nostro Comune  – ha detto il sindaco – Puntiamo ad un comodato e ad avere il possesso delle aree per l’inizio di gennaio. Per realizzare il parcheggio dovremo fare una apposita variante urbanistica”.

Il tratto di via di Lappeggi da mettere in sicurezza

Via di Lappeggi – La strada è sempre più dissestata sul lato destro (provenendo dalla frazione) con rischio per la sicurezza di mezzi e pedoni. Il sindaco si è impegnato a metterla in sicurezza, senza però indicare tempi certi.

Collegamenti Ataf-Linea – Alla richiesta di prolungare l’attuale linea 24 fino a Lappeggi il sindaco ha dato poche speranze, anche se nei prossimi mesi vi sarà una riorganizzazione del servizio di tutta l’area metropolitana. “Stiamo lavorando per portare le linee 32 e 33 fino a piazzale Montelungo, accanto ai binari della stazione, e il 23 fino a Bagno a Ripoli – ha detto – Per Lappeggi si potrebbe prevedere un servizio sostitutivo di taxi a richiesta, ma solo nei giorni festivi, come già fatto per Villamagna (l’utente paga 1,50 euro e la differenza la mette il Comune).

Strettoia di via di Pulicciano – Gli abitanti lamentano la difficoltà di incrocio tra veicoli nel tratto in discesa prima di arrivare a Balatro (provenendo da Lappeggi), anche per il frequente passaggio di mezzi pesanti. Sindaco e assessore ai lavori pubblici Minelli hanno preso nota.

Scorribande degli ungulati – E’ in forte aumento il rischio di incidenti stradali provocati dall’attraversamento di caprioli e cinghiali. Qualcuno sostiene che anche qualche lupo si faccia vedere nelle vicinanze dell’abitato. Il Comune cercherà di sensibilizzare i proprietari dei terreni ad una miglior manutenzione, in modo da evitare l’aumento di rovi e zone incolte, ottimo rifugio per gli ungulati. La maggior parte di questi terreni fanno, però, parte delle proprietà della Città Metropolitana. “In effetti la Città Metropolitana che tiene i terreni in questo stato non è un buon esempio”, ha ammesso l’assessore all’urbanistica Paolo Frezzi.

Rispondi