“Lesioni nelle case per i lavori di Autostrade”: la denuncia degli abitanti. Interviene il Comune, sensori nel terreno (fotogallery)

Cosa sta succedendo alla collina che sovrasta il cavalcavia di via Romanelli, sulla quale sono stati aperti i cantieri della terza corsia? Alcuni abitanti della zona hanno lanciato l’allarme: nelle abitazioni più vicine al fronte dei lavori sarebbero comparse in questi giorni crepe nei muri, si sarebbero spaccati i vetri di una veranda, i cancelli non chiuderebbero più perfettamente avendo cominciato a soqquadrare. Le segnalazioni sono molteplici e sono arrivate anche all’Amministrazione comunale. Nei giorni scorsi è stato fatto un sopralluogo al quale hanno partecipato l’assessore all’urbanistica Paolo Frezzi, l’ingegner Ilenia Iacopozzi del Comune e l’ingegner Alberto Baldeschi di Autostrade.

E’ stata inviata una relazione tecnica al Comitato di controllo sull’A1 per evidenziare la situazione. Martedì scorso, 21 novembre, in quella sede, Società Autostrade, che era a conoscenza solo di alcune di queste problematiche, ha preso atto di tutte le segnalazioni che l’Amministrazione aveva già provveduto ad inviare al Comitato di controllo e si è resa disponibile a monitorare le lesioni per capire se ci possa essere una correlazione con i lavori effettuati ed in corso. Sulla collina è stata predisposta la strumentazione (inclinometri e piezometri) per monitorare l’assetto del terreno e i possibili movimenti sia degli strati alti che di quelli più profondi. Nel frattempo i lavori di Pavimental nella zona – come ha confermato a QuiAntella l’ingegner Pier Paolo Finiguerra, direttore dei cantieri della terza corsia – proseguono regolarmente senza alcuna sospensione.

“Voglio tranquillizzare i cittadini, non c’è nessuna situazione di allarme: Autostrade esclude problemi geomorfologici della collina – dichiara il sindaco Casini – Se invece vi sono dei danni alle abitazioni, è giusto verificare cosa li ha determinati. Anzi invito tutti a segnalarci prontamente qualsiasi situazione di questo tipo per attivare opportune perizie. Noi siamo dalla parte dei cittadini”.

1 Commento

Rispondi